Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL REPORT

Carte di credito, in Italia un’operazione su due è contactless. Il pin verso l’addio?

Con un parco di oltre 35 milioni di tessere Nfc, Mastercard registra in Italia un aumento del 125% di transazioni e del 109% di volume rispetto all’anno scorso. Trainano carburanti ed elettronica. Performance italiane in linea con quelle del resto del mercato europeo. Entro il 2020 tutti i terminali saranno abilitati per l’accettazione

22 Ott 2018

Cresce l’uso delle carte contactless in Italia. Sul circuito Mastercard – a cui fanno capo oltre 35 milioni di tessere dotate di NFC – ormai una transazione su due è eseguita attraverso questa tecnologia, con un incremento, rispetto all’anno scorso, del 125% in termini di operazioni e del 109% sul piano dei volumi.

I verticali che trainano la crescita del contactless nel nostro Paese sono quello dei carburanti, con un boom del 163% delle transazioni nelle stazioni di servizio, il settore dell’elettronica, che registra una crescita del 145%, e la grande distribuzione con un aumento del 137%. Seguono la ristorazione (+116%), l’arredamento (+51%) e l’abbigliamento (+38%).

“La continua crescita del contactless in Italia è la conferma che questa tecnologia piace ai consumatori, perché consente loro di effettuare pagamenti in modo semplice, veloce e sicuro, da ogni dispositivo e in ogni momento della loro vita”, spiega Michele Centemero, Country Manager Mastercard Italia.

Anche in Europa, il contactless registra continui incrementi, in linea con le performance nazionali: una transazione con carta in-store su due effettuata attraverso questo sistema di pagamento e un aumento del 97% delle operazioni dall’inizio dell’anno. Inoltre, in più di 15 mercati europei – tra cui Danimarca, Croazia, Grecia, Ungheria, Paesi Bassi, Polonia e Russia – le transazioni contactless presso i punti vendita hanno già superato il 50%.

In tutta Europa, quello dei trasporti è il settore che influisce maggiormente sulla crescita delle transazioni contactless, garantendo pagamenti più veloci e un livello di sicurezza più elevato. Il numero di consumatori che utilizzano il contactless durante i propri viaggi e spostamenti è in costante aumento, grazie una presenza e importanza sempre maggiore assunta dalla tecnologia nella vita di tutti i giorni. I continui progressi tecnologici nel settore dei pagamenti e nell’analisi dei dati stanno guidando l’evoluzione delle infrastrutture tecnologiche nella stragrande maggioranza dei paesi europei, consentendo operazioni integrate ed efficienti. Mastercard conferma il suo impegno in questo settore, con l’obiettivo di estendere a tutta Europa gli standard di accettazione contactless, abilitando tutti i terminali entro il 2020.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5