Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'OPERAZIONE

Cdp Equity e Poste si prendono Sia

Il fondo della Cassa Depositi e Prestiti compra le quote di F2i Reti Logiche e Orizzonte Infrastrutture Tecnologiche, diventando così titolare del 25,69% della società di pagamenti. Le azioni di UniCredit e Intesa Sanpaolo nelle mani di Fsia, partecipata anche dalla società guidata da Del Fante, che sale al 57,5%

07 Nov 2019

Cdp Equity e Fsia Investimenti si comprano le quote di Sia finora in mano a F2i, Hat, Intesa Sanpaolo e UniCredit.

In particolare, Cdp Equity ha acquistato da F2i Reti Logiche il 17,05% e da Orizzonte Infrastrutture Tecnologiche (veicolo interamente posseduto da Hat) l’8,64% di Sia, diventando così titolare del 25,69% della società, mentre Fsia (società posseduta per il 70% da Fsi Investimenti a sua volta controllata da Cp Equity con una quota del 77%, e per il 30% da Poste Italiane) ha acquisito le quote detenute da UniCredit e Intesa Sanpaolo, pari al 3,97% ciascuno, salendo nell’azionariato dal 49,5% al 57,5%.

Pierpaolo Di Stefano, Chief Investment Officer di Cdp e ceo di Cdp Equity ha sottolineato che Cdp continuerà nella strategia di sviluppo e rafforzamento di Sia “poiché quello dei pagamenti e delle transazioni finanziarie è un settore strategico e a forte carattere di innovazione”. L’acquisizione di queste ulteriori quote azionarie è anche funzionale alla scelta delle opzioni strategiche più efficaci al fine di massimizzare il valore dell’investimento, le ricadute tecnologiche per il Paese e lo sviluppo di posti di lavoro in Italia.

“F2i ha accompagnato in questi anni lo straordinario sviluppo industriale di Sia, che ha raddoppiato nel periodo della nostra permanenza nel capitale l’operatività e i risultati economici, diventando un player di dimensione europea – commenta Renato Ravanelli, ceo di F2i – Con questo investimento abbiamo conseguito risultati in linea con la missione del nostro fondo: creare campioni infrastrutturali italiani capaci di competere globalmente e generare solidi ritorni per i nostri investitori”.

“Siamo molto soddisfatti dell’operazione – evidenzia Nino Attanasio, Presidente di Hat – e certi del fatto che CDP proseguirà in piena continuità il progetto industriale di sviluppo di Sia nelle aree dei pagamenti, con soluzioni innovative in grado di supportare la crescita del sistema Paese”. Sulla stessa lunghezza dìonda l’Ad Ignazion Castglioni: “L’operazione Sia  ha dimostrato la nostra capacità di riuscire ad investire in un’opportunità accessibile a pochi e di distinguerci come gestore di fondi di investimento a valore aggiunto, in grado di apportare competenze finanziarie e tecnologiche”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
cdp equity
F
fsia
P
poste
S
sia

Articolo 1 di 5