Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL BILANCIO

Conti record per Sia: gli utili volano a 84,6 milioni. Sprint dai mercati esteri

Il 2018 si è chiuso con ricavi pari a 411,9 milioni di euro con Ebitda a 124,5 milioni. Approvato un dividendo di 0,35 euro ad azione: “Premiata la qualità delle soluzioni offerte”

29 Apr 2019

F. Me

Il 2018 è un anno record per Sia: l’utile netto si è attestato sui 84,6 milioni di euro e il fatturato estero è cresciuto del 28%. Alla luce di questi numeri l’assemblea degli azionisti ha deliberato un dividendo di 0,35 euro ad azione (la cedola sarà pagata a partire dal 6 maggio 2019).

Entrando nel dettaglio, il 2018 si è chiuso con ricavi pari a 411,9 milioni di euro, con unEbitda a 124,5 milioni di euro e  un risultato operativo che ammonta a 97,4 milioni di euro.

Il fatturato di Gruppo è salito a 614,8 milioni di euro e l’Ebitda a 201,4 milioni di euro. In rialzo anche l’Ebit che si attesta a 122,3 milioni di euro, il risultato prima delle imposte che chiude a 110,3 milioni di euro, mentre l’utile netto di Gruppo ammonta a 79,5 milioni di euro.

“Nel corso dell’anno, Sia ha ulteriormente rafforzato il proprio posizionamento a livello internazionale conseguendo la leadership nell’Europa centrale e sud-orientale, grazie all’operazione di acquisizione delle attività di processing della monetica da First Data, e incrementando del 28% il fatturato estero – spiega una nota aziendale – Il raggiungimento di questi risultati è stato reso possibile dalla qualità e dal livello di innovazione delle soluzioni offerte e dall’altissima affidabilità nella gestione di infrastrutture ‘mission-critical’ con livelli di disponibilità di servizio ai più elevati standard di mercato

Nel 2018 il Gruppo Sia ha gestito complessivamente 7,2 miliardi di operazioni con carte, 14 miliardi di transazioni per i servizi istituzionali e 3 miliardi di operazioni di pagamento relative a bonifici e incassi.

Sui mercati finanziari il numero delle transazioni di trading e post-trading è stato di 51,7 miliardi. Sia ha gestito un traffico di oltre 1.204 terabyte di dati sui 186.000 km. della rete SIAnet, con una totale disponibilità dell’infrastruttura e livelli di servizio del 100%.

L’Assemblea degli azionisti ha confermato Nicola Cordone e Francesco Silva, consiglieri cooptati in precedenti riunioni del Cda, che resteranno in carica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019, e nominato come consigliere di amministrazione Massimo Sarmi, in sostituzione del dimissionario Marco Lucchini.

Designato anche il nuovo Collegio Sindacale, che resterà in carica fino all’assemblea chiamata ad approvare il bilancio al 31 dicembre 2021, composto da: Riccardo Ranalli (eletto Presidente), Andrea Bignami e Fabrizio Bianchi in qualità di sindaci effettivi, Franca Brusco e Antonia Coppola come sindaci supplenti. E’ stato fissato in 45mila euro il compenso forfettario annuale per il Presidente e in 30mila euro per ciascuno dei sindaci effettivi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

S
sia

Articolo 1 di 3