LE MISURE

DL Fisco, ok a scontrino elettronico unico e bonus anche per i pagamenti via smartphone

Fra gli emendamenti approvati dalla Commissione Finanze della Camera quello sull’uso di uno strumento “evoluto” per transazioni e certificazione dei corrispettivi. Credito di imposta anche per il mobile payment

28 Nov 2019

Sì all’utilizzo di un unico strumento tecnologico sia per i pagamenti sia per la certificazione dei corrispettivi. E sì all’inserimento del cellulare fra gli “strumenti” che potranno essere usati per i pagamenti mobili nell’ambito delle misure sul credito di imposta. Questi i principali emendamenti al DL Fisco approvati dalla Commissione Finanze della Camera.

Lo scontrino elettronico unico

L’emendamento sullo “scontrino unico” prevede che dal 2021 possano essere usati strumenti evoluti di incasso – utilizzati per le carte o altre forme di pagamento potranno consentire anche l’assolvimento degli obblighi di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate – senza doppio uso di pos e registratore telematico di cassa. La misura dovrà essere completata con un provvedimento attuativo del direttore dell’Agenzia delle entrate.

Credito di imposta anche per chi paga con lo smartphone

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

Anche i pagamenti effettuati con cellulari daranno il diritto, per gli esercenti, al credito d’imposta già previsto per le transazioni con gli altri pagamenti elettronici. Il decreto prevede un’agevolazione pari al 30% delle commissioni per le transazioni effettuate dal 1° luglio per i soggetti che non abbiano ricevuto nell’anno precedente ricavi e compensi per un importo superiore a 400mila euro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA