E-payment, Microsoft lancia Wallet: parte la rincorsa a Google e Apple - CorCom

IL DEBUTTO

E-payment, Microsoft lancia Wallet: parte la rincorsa a Google e Apple

Il colosso di Redmond punta sui pagamenti contactless da smartphone con tecnologia Nfc. Pronto il debutto negli Usa, incerto quello fuori dai confini americani

22 Giu 2016

Andrea Frollà

Un’app mobile per i pagamenti contactless tramite smartphone. Microsoft insegue Apple, Google e altri colossi sull’e-payment, annunciando una nuova soluzione da utilizzare in mobilità: Microsoft Wallet. Sarà possibile pagare tramite smartphone con un tocco sullo schermo grazie alla tecnologia near field communication (Nfc), secondo un sistema molto simile a quello messo in piedi da Apple Pay, Android Pay di Google e Samsung Pay.

Il servizio vede coinvolti Visa e MasterCard, e supporta carte di credito e di debito di otto istituti finanziari. “Gli utenti potranno fare acquisti in un milione di punti vendita“, spiega Microsft che ha già reso il suo portafoglio virtuale ai partecipanti del programma ‘Insiders’ negli Stati Uniti su tre smartphone con il sistema operativo Windows 10: Lumia 650, 950 e 950 XL. In estate verrà esteso a tutti gli statunitensi, mentre non ci sono informazioni sull’arrivo dell’app fuori dai confini a stelle e strisce. In ogni caso, il lancio di Microsoft Wallet suona forse come un segnale di rilancio dell’impegno di Microsoft nel mercato degli smartphone, dove la sua quota si sta progressivamente riducendo.

Magari tramite servizi driver come potrebbe essere il nuovo wallet. Nel primo trimestre 2016, secondo gli analisti di Gartner, gli smartphone con sistema operativo Windows venduti nel mondo sono stati circa 2,4 milioni, pari allo 0,7% delle vendite complessive. La cifra è in calo rispetto al 2,5% di market share detenuta nel primo trimestre 2015.