Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FINTECH

Intesa Sanpaolo entra in MatiPay: si punta ai pagamenti con vending machine

L’operazione, da 7 milioni di euro, portata avanti attraverso Neva Finventures. Per la startup fondata da Matteo Pertosa le risorse consentiranno di spingere l’internazionalizzazione in Europa, Giappone e Usa

09 Ott 2019

Enzo Lima

Intesa Sanpaolo entra nel capitale di MatiPay, startup Fintech fondata da Matteo Pertosa e nata divisione Iot di Sitael (Gruppo Angel). L’operazione, frutto di un investimento di 7 milioni di euro, è stata realizzata attraverso Neva Finventures, il corporate venture capital che fa capo all’Innovation Center di Intesa Sanpaolo presieduto da Maurizio Montagnese e capitanato da Guido de Vecchi. E permetterà alla Banca di dotarsi di un innovativo sistema di pagamento che consente acquisti cash utilizzando le vending machine. Da parte sua MatiPay – grazi alla nuova iniezione di risorse – potrà accelerare il proprio processo di internazionalizzazione in Europa, Giappone e Usa, dove la presenza di vending machine è molto diffusa – la società stima circa 16 milioni di dispositivi.

“Grazie a questa operazione, in linea con la strategia di continua trasformazione digitale del Gruppo – si legge in una nota di Intesa Sanpaolo – la Banca si attende importanti sinergie nel canale mobile e nell’integrazione dei servizi di digital payment utilizzabili attraverso smartphone”. Inoltre, Intesa Sanpaolo “sarà in grado di allargare la propria offerta di servizi per la gestione del risparmio, attraverso l’integrazione con prodotti esistenti o lo sviluppo di nuovi.

Fintech e insurtech, i nuovi “assi” di Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo sta puntando molto sul fintech e sull’insurtech. A gennaio di quest’anno la Banca è entrata nel capitale di Yolo, il primo gruppo italiano di servizi e d’intermediazione assicurativa digitale, fondato da Simone Ranucci Brandimarte e Gianluca De Cobelli nel 2017. L’operazione anche in questo caso è stata realizzata attraverso Neva Finventures che ha guidato in qualità di lead investor il round (Series A round) da 5 milioni di euro, insieme a Barcamper Ventures (Primomiglio Sgr) e ha nominato Alessia Truini, Responsabile Protezione di Intesa Sanpaolo Assicura, in qualità di rappresentante del Gruppo nel Cda di Yolo. Gli altri investitori che hanno partecipato al round sono Net Insurance e Miro Ventures.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5