L’e-payment a servizio della e-mobility: Enel X in campo con Hubject - CorCom

L'ACCORDO

L’e-payment a servizio della e-mobility: Enel X in campo con Hubject

Si punta ad abilitare i servizi di regolamento finanziario tra Charging Point Operator (Cpo) ed e-mobility Service Provider (Emp) sulla piattaforma eRoaming. Carone: “Importante passo in avanti per affermarci come leader nel mercato dei servizi finanziari”

24 Ago 2020

Enzo Lima

Abilitare i servizi di regolamento finanziario tra Charging Point Operator (Cpo) ed e-mobility Service Provider (Emp) sulla piattaforma eRoaming di Hubject: è Enel X – attraverso Enel X Financial Services (la società controllata specializzata in soluzioni di pagamento), l’azienda selezionata da Hubject. Il servizio, chiamato “intercharge Settlement” – spiega l’azienda in una nota – rende possibile una soluzione di pagamento e di fatturazione B2B automatizzata che guarda al futuro, in grado di ridurre i costi di elaborazione B2B e migliorare la redditività di tutte le imprese partner partecipanti. La partnership contribuirà a fare di eRoaming un elemento fondamentale per la diffusione su larga scala dei veicoli elettrici. Entro fine anno sarà disponibile in tutta l’Eurozona.

“Questa partnership a lungo termine rappresenta un importante passo in avanti per rendere la nostra azienda operatore leader nel mercato dei servizi finanziari – spiega Giulio Carone, amministratore delegato di Enel X Financial Services -. L’accordo dimostra l’impegno che mettiamo nell’offrire soluzioni innovative che vadano al di là del tradizionale modello dell’energia come commodity e che siano basate sulla centralità del cliente. La piattaforma fintech che abbiamo realizzato punta a creare nuovi modelli di business aprendo la strada all’interoperabilità tra differenti ecosistemi”.

La soluzione è il primo servizio di regolamento finanziario B2B end-to-end pienamente integrato all’interno del settore e-mobility e consente ai Cpo di determinare direttamente le tariffe B2B per le procedure di ricarica e di automatizzare la procedura di fatturazione e addebito agli Emp. La nuova soluzione di regolamento elimina le attività manuali nei processi di classificazione, fatturazione e pagamento, in cui è facile commettere errori. La soluzione fornisce anche una piattaforma per la risoluzione online delle controversie e strumenti preziosi di analisi dei dati e reporting. Inoltre, migliorerà la sicurezza dei pagamenti e il controllo delle spese di gestione e aiuterà le imprese a ridurle in modo considerevole.

“Siamo molto lieti di poter collaborare con Enel X per offrire un livello di servizio e una qualità senza eguali agli oltre 750 partner della nostra piattaforma eRoaming – commenta Christian Hahn, ceo di Hubject -. Una delle più grandi sfide nel settore della ricarica di veicoli elettrici, che richiede ogni mese molte ore di lavoro manuale e numerosi fogli di calcolo, può finalmente considerarsi risolta. Questo consente a tutti i nostri partner di migliorare il proprio business con ogni operazione realizzata attraverso intercharge Settlement”.

WHITEPAPER
Quali sono i mobile malware più diffusi?
Mobility
Cybersecurity

In dettaglio, Hubject ha sviluppato una piattaforma interoperabile di punti di ricarica per veicoli elettrici che consente al conducente di caricare la propria auto in una rete di oltre 250.000 punti di ricarica pubblici in tutto il mondo, senza dover firmare altri contratti oltre a quello con il proprio Emp. Per consentire al cliente un’esperienza  semplificata, ogni Emp utilizza la piattaforma eRoaming di Hubject per accedere a numerose reti di differenti Cpo. Prima di questo contratto, quando avveniva una sessione di ricarica, l’Emp doveva pagare separatamente il Cpo secondo le tariffe dichiarate da quest’ultimo. Inoltre, ogni operazione bilaterale doveva essere regolata manualmente con frequenza mensile o bimestrale, con un complesso processo di riconciliazione.

L’interoperabilità, o eRoaming, è una componente strutturale della missione di Enel X tesa a dare vita a soluzioni di ricarica per qualunque tipologia di utilizzo (residenziale, ufficio, transito) che siano accessibili da un unico punto di accesso, nello specifico l’app JuicePass di Enel X. Questa app rappresenta l’interfaccia unica usata dai clienti Enel X per ricaricare a casa e in ufficio e per accedere alla rete pubblica di punti di ricarica di Enel X e dei suoi partner e, in futuro, l’intera rete Hubject. Enel X intende ampliare la propria rete di punti di ricarica pubblici e privati disponibili nel mondo, anche attraverso partnership di interoperabilità, a circa 736mila entro il 2022, rispetto agli attuali 130mila, per supportare l’adozione di veicoli elettrici e la decarbonizzazione del settore dei trasporti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
enel x

Approfondimenti

E
e-mobility
E
e-payment
F
finance

Articolo 1 di 3