Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

BORSA

Nexi, Banca Imi alza il target price a 10,8 euro

Gli analisti confermano la raccomandazione “add” sul titolo di della società di pagamenti digitali, rivedendo al rialzo il prezzo. L’azienda ha debuttato in Piazza Affari a metà aprile

23 Ago 2019

A. S.

Gli analisti di Banca Imi hanno confermato la raccomandazione “add” sul titolo di Nexi, rivedendo però al rialzo il target price, portandolo da 10 a 10,8 euro. La società di pagamenti digitali a metà giornata segnava un lieve rialzo, a +0,11%, a 9,96 euro.

A fine luglio l’azienda aveva presentato i propri conti semestrali, che riportavano un Ebitda pari a 232,9 milioni di euro, con una crescita organica del 20% grazie all’andamento positivo dei ricavi e al continuo focus sul contenimento dei costi e sull’efficienza operativa. Così l’Ebitda margin nel primo semestre 2019 è stato pari al 50%, in espansione di circa 6 punti percentuali rispetto al livello registrato nel primo semestre dello scorso anno. Nel primo semestre 2019, i ricavi operativi netti sono stati pari a 467,3 milioni, in crescita del 6,9% al netto della cessazione di alcuni contratti di rivendita hardware a zero margine provenienti dalle recenti acquisizioni (+5,7%).

In occasione del debutto in borsa di metà aprile, l’Ad Paolo Bertoluzzo aveva ricordato che “Nexi non ha nemmeno due anni di età”, ma ha fondamenta solide e “ha alle spalle le banche popolari e società come Cartasì e Bassilichi”. “Credo che la quotazione di Nexi debba essere motivo di orgoglio per il nostro Paese oggi – aveva aggiunto – Alla Borsa di Milano arriva una società che fa innovazione e ha raccolto l’interesse di 340 investitori istituzionali, tra italiani e stranieri. E’ importante vedere che ci sono investitori stranieri che vogliono investire nel nostro Paese. L’Ipo non è un punto di arrivo, ma un passaggio e un nuovo punto di partenza”.

“La quotazione di Nexi potrebbe essere la più grande quotazione in Europa e forse del mondo nel 2019 – commenta l’Ad di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi –  Il successo di Nexi è un segnale molto positivo per l’intero Paese, e conferma la fiducia da parte degli investitori internazionali oltre che domestici nelle prospettive di crescita della società e del mercato in cui essa opera. Quello del fintech è un settore in forte sviluppo a livello globale e siamo orgogliosi che anche una società italiana come Nexi si sia affermata tra i competitori di successo

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
Paolo Bertoluzzo
R
Raffaele Jerusalmi

Aziende

N
nexi

Approfondimenti

P
pagamenti digitali

Articolo 1 di 5