LA TRIMESTRALE

Nexi, in volata ricavi e margini. Bertoluzzo: “Digitalizzazione priorità”

Le modifiche al tetto del contante non impatteranno sull’evoluzione del business, ha detto il ceo. Fatturato a 858,9 milioni, in aumento del 7,1% anno su anno. E l’ebitda ammonta a 463,1 milioni, in crescita del 12%

10 Nov 2022

Mi Fio

bertoluzzo Paolo

Nexi ha chiuso il terzo trimestre dell’anno con ricavi a 858,9 milioni, in aumento del 7,1% rispetto allo stesso periodo del 2021, portando il dato dei primi nove mesi a 2,38 miliardi (+8,2%). L’ebitda ammonta a 463,1 milioni nel trimestre (+12%) e a 1,161 miliardi nei nove mesi (+16,5%), con un ebitda margin in crescita di circa 4 punti percentuali. Confermata l’Ambition 2022 che prevede una crescita dei ricavi tra il +7% e il +9% su base annua e una crescita dell’ebitda tra +13% e +16%.

La digitalizzazione e le modifiche al tetto del contante

“Non ci sarà nessun impatto per Nexi da modifiche al tetto del contante per i pagamenti in Italia”, ha detto il ceo Paolo Bertoluzzo sottolineando che per Nexi la percentuale di transazioni con carta superiori al tetto attuale, che è di 2mila euro in Italia, è “marginale”. “La modernizzazione e la digitalizzazione resta la priorità per tutti”, ha aggiunto.

WHITEPAPER
Scopri le tecnologie avanzate per affrontare il Black Friday nel tuo negozio

Il carbon calculator con Mastercard

Mastercard e Nexi annunciano l’integrazione di carbon calculator all’interno di Planet Care, il nuovo servizio di Nexi che sensibilizza i cittadini ad un approccio ai consumi più consapevole e rispettoso dell’ambiente, permettendo di contribuire attivamente con un gesto concreto. Una Api integrata nell’app Nexi Pay, consente ai consumatori di ricevere un resoconto istantaneo delle emissioni di CO2 generate dai loro acquisti, in ciascuna delle categorie di spesa. L’app carbon calculator stima l’impatto ambientale di ogni acquisto attraverso un calcolo ponderato sulla base dell’importo speso e della categoria merceologica in cui si è effettuato lo shopping e si aggiorna automaticamente ad ogni transazione. Nelle prossime settimane il servizio verra’ integrato con una funzione che permetterà ai consumatori titolari di carte di pagamento Mastercard di decidere se compensare la CO2 prodotta, tutta o in parte, attraverso una donazione a una onlus partner di Nexi, rendendo così i cittadini parte attiva nella salvaguardia del pianeta.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
Paolo Bertoluzzo

Aziende

N
nexi

Approfondimenti

E
e-payment
P
pagamenti difitali

Articolo 1 di 5