Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'OPERAZIONE

Nexi, debutto in rosso a Piazza Affari. Ma Bertoluzzo guarda avanti: “Abbiamo basi solide”

Le azioni della società hanno ceduto fino al 5% rispetto al prezzo di collocamento di 9 euro. L’Ad: “Questo è solo il primo passo di un lungo percorso”

16 Apr 2019

F. Me

Sbarco in rosso per Nexi in Borsa. Quella che doveva essere la più grande Ipo di Borsa Italiana ha visto, il giorno del debutto, i titoli cedere il 5% rispetto al prezzo di collocamento di 9 euro. Le prime contrattazioni, quindi, pongono la valorizzazione della società vicina al limite inferiore. La capitalizzazione totale è quindi pari a 5,4 miliardi di euro, contro i 5,7 miliardi della valorizzazione a 9 euro.

L’Ad Paolo Bertoluzzo ha ricordato che “Nexi non ha nemmeno due anni di età”, ma ha fondamenta solide e “ha alle spalle le banche popolari e società come Cartasì e Bassilichi”.

“Credo che la quotazione di Nexi debba essere motivo di orgoglio per il nostro Paese oggi. Alla Borsa di Milano arriva una società che fa innovazione e ha raccolto l’interesse di 340 investitori istituzionali, tra italiani e stranieri – ha spiegato Bertoluzzo – E’ importante vedere che ci sono investitori stranieri che vogliono investire nel nostro Paese” e l’ipo, ha spiegato, “non è un punto di arrivo, ma un passaggio e un nuovo punto di partenza”. Da parte del management, c’è “entusiasmo” ma anche “senso di responsabilità nei confronti degli azionisti e nei confronti delle banche”, che hanno supportato la società verso il percorso di quotazione.

“La quotazione di Nexi potrebbe essere la più grande quotazione in Europa e forse del mondo nel 2019 – commenta l’Ad di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi –  Il successo di Nexi è un segnale molto positivo per l’intero Paese, e conferma la fiducia da parte degli investitori internazionali oltre che domestici nelle prospettive di crescita della società e del mercato in cui essa opera. Quello del fintech è un settore in forte sviluppo a livello globale e siamo orgogliosi che anche una società italiana come Nexi si sia affermata tra i competitori di successo

La quotazione di Nexi rappresenta uno dei più importanti collocamenti internazionali del 2019. A seguito dell’integrale esercizio dell’opzione greenshoe, Nexi rappresenta la prima Ipo al mondo per ammontare raccolto. Con una capitalizzazione iniziale di 5,7 miliardi di euro e un controvalore complessivo dell’offerta pubblica iniziale di oltre 2 miliardi di, Nexi ha concluso la più grande operazione in Europa, Africa, Asia, Australia e Sud America.

Per quanto riguarda il listino italiano, Nexi rappresenta la più importante operazione per capitalizzazione e ammontare raccolto in Ipo negli ultimi due anni e la più grande Ipo di sempre di una società fintech. Banca Imi, Bank of America Merrill Lynch, Credit Suisse, Goldman Sachs International e Mediobanca hanno agito in qualità di Joint Global Coordinator. Banca Akros e Banca Imi hanno agito come sponsor.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

N
Nexi
P
paolo bertoluzzo

Articolo 1 di 5