Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INAUGURAZIONE

Pagamenti digitali, a Verona il centro di eccellenza di Sia

Taglio del nastro per la nuova struttura dove vengono realizzate anche le card contactless e a riconoscimento biometrico. Il centro sarà in grado di emettere 10 milioni di carte all’anno

05 Lug 2019

Enzo Lima

Taglio del nastro a Verona per il nuovo centro Sia specializzato nelle carte di pagamento che permetterà di gestire tutta la “catena” del valore, dall’ideazione alla fase di emissione fino alla distribuzione. Il centro utilizza apparecchiature in grado di “sfornare” mediamente 10 milioni di carte all’anno, con volumi ulteriormente scalabili, assicura la società.

All’interno del centro di Verona, in linea con i requisiti dello standard Payment Card Industry (PCI) Card Production and Provisioning previsti dai circuiti di pagamento, vengono eseguite le attività di personalizzazione per tutte le tipologie di carte bancarie (debito, credito e prepagate), per le carte loyalty o associate a specifici servizi come, ad esempio, le carte universitarie, carburante o per la mobilità. E oltre alle tradizionali carte in Pvc, la struttura è in grado di realizzare carte in metallo e con materiali ecosostenibili, basate su diverse tecnologie come il chip, il contactless o il riconoscimento biometrico che consente di sostituire la digitazione del pin con l’impronta digitale.

“Con l’inaugurazione del nuovo centro di Verona, Sia rafforza il proprio ruolo nell’ambito dei pagamenti digitali come partner tecnologico affidabile e sicuro, puntando sull’innovazione per coprire l’intera catena del valore dei servizi di monetica mantenendo un elevato standard di qualità“, sottolinea Eugenio Tornaghi, Direttore Marketing & Sales di Sia. “Da pionieri della digitalizzazione dei pagamenti avendo abilitato in Italia le soluzioni Alipay, Apple Pay, Samsung Pay e Wechat, oggi confermiamo il nostro posizionamento ‘bank friendly’ mettendo a disposizione degli istituti finanziari, tradizionali e online, una carta fisica personalizzata da utilizzare come vero e proprio biglietto da visita verso l’utente finale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5