FINTECH

Pagamenti digitali “oltreconfine”, alleanza Enel X e PayDo

La soluzione “RicaricaQui” consente di inviare denaro utilizzando soltanto il numero di cellulare del destinatario, anche all’estero. Spinta alle collaborazioni tra istituti di pagamento e aziende innovative

02 Feb 2022

L. O.

smartphone-fintech-shopping-commerce

Spinta alla digitalizzazione del settore bancario. E’ l’obiettivo di RicaricaQui, nuovo sistema digitale per l’invio di denaro, lanciato da Enel X e PayDo, startup italiana del fintech, che punta al mercato italiano ed europeo.

Come funziona la soluzione

La soluzione permette di trasferire fondi in modo facile su qualsiasi conto o carta dotata di Iban utilizzando unicamente il numero di cellulare del destinatario senza dover inserire il suo Iban. Il sistema è nato grazie alla sinergia tra CityPoste Payment, società controllata al 100% da Enel X, e PayDo. La collaborazione ha l’obiettivo di far conoscere le potenzialità dei servizi e dei prodotti finanziari online che consentono una user experience comoda e accessibile a tutti.

WHITEPAPER
In 5 step ecco come migliorare i processi di CONTABILITA'
Amministrazione/Finanza/Controllo
Finanza/Assicurazioni

Si espande il mercato del fintech

“Con RicaricaQui offriamo alle persone una soluzione innovativa per inviare contante a un conto bancario, o semplicemente ricaricare una carta prepagata con Iban, avvicinando quindi sempre più i nostri clienti ai pagamenti digitali – spiega Matteo Concas, responsabile Global Digital Banking Solutions di Enel X -. Con il supporto di PayDo proponiamo un servizio che semplifica la vita alle persone e risponde agli stimoli del mercato del fintech in continua evoluzione. Il nostro obiettivo è quello di affermarci come uno dei più importanti player del settore dei pagamenti digitali mettendo a disposizione dei clienti un ventaglio di opportunità che soddisfino le loro esigenze e con l’operazione di oggi abbiamo aggiunto un ulteriore tassello in questo percorso di crescita”.

Innovazione per i pagamenti

“La partnership con un player tecnologico di primo piano come Enel X evidenzia concretamente il nostro concetto di piattaforma: perfettamente personalizzabile e integrabile a seconda delle esigenze – dice Donato Vadruccio, founder e Ceo di PayDo -. L’evoluzione dei servizi di pagamento sta aprendo le porte a concrete collaborazioni tra istituti di pagamento e aziende fintech che contribuiscono allo sviluppo di soluzioni innovative volte a semplificare le operazioni quotidiane. Rappresenta anche la testimonianza di un approccio virtuoso basato sulla capacità di collaborare ed erogare servizi innovativi e ad alto valore aggiunto, con tempi rapidi di integrazione, rispondendo così – come nel caso di Enel X – al progetto di realizzare un nuovo servizio a valore aggiunto per la clientela e dare la possibilità di utilizzarlo nel più breve tempo possibile”.

Il ruolo dei punti vendita Enel X

Il servizio RicaricaQui, grazie alla piattaforma messa a disposizione da PayDo, permette a chiunque di recarsi presso la rete di punti vendita Enel X Pay presenti sul territorio per effettuare le operazioni di trasferimento di denaro a qualsiasi beneficiario in Italia e in Europa in modo veloce e sicuro senza dover scaricare ulteriori app. Per accettare la RicaricaQui il destinatario dovrà dare l’ok all’sms che riceverà sul proprio smartphone e seguire la breve procedura.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2