Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

CRIPTOMONETE

Fmi: “Da bitcoin possibili rischi, grandi vantaggi dalla blockchain “

Il consigliere economico del Fondo monetario internazionale, Maurice Obstfeld: “E’ importante per i regolatori monitorare attentamente la situazione per fare in modo che i rischi collegati alle criptovalute non si materializzino”

22 Gen 2018

Ancora una volta, il Fondo monetario internazionale ha preferito non commentare sulle singole criptovalute come Bitcoin ma ha sottolineato che la tecnologia sottostante, ovvero la blockchain, rappresenta uno “sviluppo interessante”. Parlando da Davos, Svizzera, dove è stato diffuso l’aggiornamento al World Economic Outlook, Maurice Obstfeld, consigliere economico e direttore del dipartimento di Ricerca dell’Fmi, ha detto: “Vediamo possibili vantaggi nella blockchain in termini di efficienza dei sistemi di pagamento e nell’inclusione. Vediamo anche che le criptovalute potrebbero portare a dei rischi. E’ importante per i regolatori monitorare attentamente la situazione per fare in modo che i rischi non si materializzino”.

Per Bitcoin e per le altre valute digitali, la settimana è iniziata all’insegna delle vendite. Su Coinbase, il principale exchange americano di criptovalute, Bitcoin era arrivato a perdere oltre l’11% e nel pomeriggio cede l’8,3% a 10.550 dollari. Ethereum è ceso sotto la soglia psicologica dei mille dollari (-7% a 973 dollari). Anche Ripple, la terza valuta virtuale per capitalizzazione, sta soffrendo (-12% a 1,20 dollari su Bitstamp). Diversamente dalla settimana scorsa, quando Bitcoin scese sotto i 10.000 dollari sulla scia di strette in vista in Corea del Sud e in Cina, non ci sono fattori che spieghino l’andamento odierno. Reuters ha citato una ricerca di Ernst & Young secondo cui oltre il 10% dei fondi raccolti attraverso “initial coin offerings” sono andati persi o rubati in attacchi hacker. L’analista Tom Lee di Fundstrat Global Advisors e’ tuttavia ottimista: per lui Bitcoin finira’ il 2018 a quota 25.000 dollari; i cali recenti rappresentano dunque una opportunita’ di acquisto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Bitcoin
B
Blockchain
F
fmi

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link