Bitcoin affaire al maschile: solo il 15% dei broker è donna - CorCom

I DATI

Bitcoin affaire al maschile: solo il 15% dei broker è donna

Uno studio della piattaforma di social trading eToro scatta la fotografia in chiave “gender gap”. Secondo un report Gemini meno divario in Uk dove la quota femminile è del 41%

08 Feb 2021

F. Me

Il Bitcoin non è cosa per donne. Secondo uno studio effettuato da eToro, piattaforma internazionale di social trading e brokeraggio multiasset, le donne costituiscono solo il 15% dei broker di Bitcoin, evidenziando una netta disparità di genere nel mondo delle criptovalute.

Una disparità he nemmeno l’aumento esponenziale delle persone che hanno iniziato a fare trading online, soprattutto dopo l’esplodere della pandemia da Covid19, è riuscito a colmare. Nonostante la percentuale di donne che compra e vende Bitcoin sia aumentata del 10% in un anno, il gap resta ancora troppo ampio.  EToro è una delle piattaforme più popolari per gli investimenti in criptovaluta, insieme a Robinhood e Coinbase.

Bitcoin, la criptovaluta più grande del mondo, è valutata ad oggi circa 38mila dollari, con un aumento del 300% rispetto a un anno fa.  

In Gran Bretagna, però, le cose vanno meglio. Un sondaggio condotto dall’exchange di criptovalute Gemini mostra che un numero crescente di donne nel Regno Unito investe in criptovaluta: dei 2mila investitori intervistati, il 41,6% è donna mentre del 9% dei potenziali “broker” il 40% è donna.

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute

E se gli uomini detengono più criptovalute rispetto alle donne nelle categorie superiori a 13mila dollari e inferiori a 685, il 53,4% di coloro che detengono portafogli tra i 1300 e i 6800 dollari è donna.

“Le percentuale rappresenta  un cambiamento significativo rispetto ai risultati precedenti che suggerivano che le donne nel Regno Unito rappresentassero circa il 21% -22% degli investitori – spiega Blair Halliday, numero uno di Geemini in Uk –  Questi nuovi dati dimostrano l’esistenza di una base sempre più diversificata che interagisce con le criptovalute e indica che il mercato si evolverà nel lungo termine”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5