Nullaosta da Bankitalia, Hype diventa istituto di moneta elettronica - CorCom

INNOVAZIONE

Nullaosta da Bankitalia, Hype diventa istituto di moneta elettronica

La banca online allargherà il suo portafoglio di servizi a partire da giugno. Il ceo Valitutti: “Vogliamo cogliere tutte le opportunità offerte dal mercato”

22 Apr 2020

Hype diventa Istituto di Moneta elettronica (Imel). La banca online ha ricevuto da Banca d’Italia l’autorizzazione ad operare come Istituto di Moneta Elettronica. 

A partire da giugno Hype potrà aprire e gestire autonomamente i conti dei propri clienti, attribuendo loro come avviene oggi un Iban specifico valido a livello europeo, e potrà rafforzare la propria presenza sul mercato ampliando la gamma di funzionalità offerte ai clienti come, ad esempio, prestiti personali e investimenti.

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: come ottimizzare la gestione delle spese aziendali centralizzate?
Pagamenti Digitali
Digital Payment

“Hype è partita da subito con una strategia chiara: dare priorità alla crescita mettendo a punto il modello di business – spiega Antonio Valitutti, ceo di HYPE In questi primi anni abbiamo avuto la fortuna di poterci focalizzare totalmente su questo obiettivo lavorando in modo indipendente e ora che abbiamo iniziato a raccogliere i primi interessanti risultati, abbiamo ritenuto fosse il momento giusto per procedere con questo ulteriore passo diventando Imel. Un passaggio coerente con la natura indipendente della nostra realtà che, col rilascio della licenza da parte del regolatore, si conferma solida, compliant e pronta a cogliere tutte le opportunità offerte dal mercato”.

Per i clienti, che nel corso di questi giorni riceveranno da parte di Hype la comunicazione relativa all’ottenimento della licenza Imel via mail, l’esperienza d’uso resterà invariata.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

B
bankitalia
H
Hype

Approfondimenti

M
moneta elettronica