GREEN NETWORKS

Sostenibilità, Eolo prima telco in Italia a ottenere certificazione B Corp

È assegnata alle organizzazioni che si impegnano a rispettare i più alti standard di performance sociale e ambientale, trasparenza e responsabilità. Daverio: “Incoraggiamento a fare ancora di più a favore di uno sviluppo sostenibile”

Pubblicato il 09 Feb 2023

Daniela Daverio_CEO Service Division_EOLO

È Eolo la prima telco italiana a ricevere la certificazione B Corp, assegnata alle organizzazioni che si impegnano a rispettare i più alti standard di performance sociale e ambientale, trasparenza e responsabilità e che operano in modo tale da ottimizzare il loro impatto positivo verso i dipendenti, le comunità di riferimento e l’ambiente. “Questo nuovo traguardo – dice Daniela Daverio, Ceo Service Division in Eolo – testimonia l’impegno quotidiano di Eolo a 360° nei confronti della sostenibilità in tutti i suoi aspetti, aggiungendo un ulteriore tassello all’obiettivo raggiunto ad aprile 2021, quando l’azienda è diventata Società Benefit”.

Creare valore per il territorio

Fin dalla sua nascita Eolo punta a essere un’azienda, si legge in una  nota, “che crea valore per il territorio in cui opera, per le persone e per le istituzioni con cui lavora e non un’azienda che si limita a consumare risorse per lo sviluppo del proprio business. È con questo spirito che Eolo, grazie ad una tecnologia proprietaria tra le migliori in Europa, da quasi venti anni porta avanti una grande missione: portare “Internet dove gli altri non arrivano”, con la finalità di garantire un accesso alla rete a tutte le famiglie ed imprese italiane anche nelle zone più remote d’Italia”.

Eolo rende disponibile un servizio di connettività a banda ultralarga in 6.900 comuni italiani, contribuendo allo sviluppo delle “aree bianche” e coniugando un impatto sociale positivo con la sostenibilità del proprio bilancio.

Caratteristiche delle aziende “a prova di futuro”

“L’ottenimento di questa certificazione – commenta ancora Daverio -, però, non è un punto di arrivo per Eolo, ma una spinta e un incoraggiamento a fare ancora di più a favore di uno sviluppo sostenibile. Siamo sicuri che questo nostro approccio ci renda un’azienda a prova di futuro che non si limita a curare i propri interessi ma si impegna concretamente e con costanza nel creare condizioni che migliorino la società, promuovano i piccoli paesi italiani valorizzando le persone e le realtà locali che li rappresentano”.

“Il risultato raggiunto da Eolo dimostra che anche nel settore delle telecomunicazioni è possibile fare la differenza e impegnarsi in un’evoluzione continua verso la sostenibilità – commenta Eric Ezechieli, cofondatore di Nativa, Regenerative Design Company che supporta centinaia di aziende in un’evoluzione del proprio business verso modelli economici rigenerativi -. È ad oggi indispensabile che le aziende si muovano in questa direzione  e siamo sicuri che Eolo sarà un riferimento per altre realtà del settore e non, che vogliono iniziare un cammino di misurazione e miglioramento del proprio impatto economico, sociale e ambientale”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5