Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'EVENTO

Dalle parole ai fatti, ecco la via italiana all’industria 4.0

La quarta rivoluzione industriale è un’occasione unica per ridare slancio all’economia. Il Piano nazionale c’è, ora tocca alle imprese. Il 21 marzo a Monza l’evento ad hoc firmato Cisco, EconomyUp e Internet4Things

27 Feb 2017

Andrea Frollà

Passare dalle parole ai fatti per animare di industry 4.0 gli stabilimenti, le linee di produzione e i rapporti con clienti e fornitori. È questo il passaggio fondamentale della grande sfida italiana dell’industria 4.0, inaugurata dal lancio del Piano Calenda, che necessita ora più che mai di una spinta deciso verso l’attuazione concreta. Dare un contributo concreto a questo passaggio chiave è l’obiettivo dell’evento La Via Italiana all’Industria 4.0, organizzato da EconomyUp e Internet4Things, testate del gruppo Digital360, in collaborazione con Cisco. Il prossimo 21 marzo nella cornice della Villa Reale di Monza si discuterà di come cogliere le opportunità offerte dalla quarta rivoluzione industriale. Il convegno vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Marco Taisch, professore ordinario di Sistemi di produzione automatizzati e tecnologie industriali del Politecnico di Milano, Diego Andreis, vicepresidente di Federmeccanica, Michele Dalmazzoni, responsabile commerciale Mercato collaboration & industry 4.0 di Cisco Italia, Enrico Mercadante, leader Innovation di Cisco Italia. Offrirà il proprio contributo anche Alice Avallone, digital strategist e storyteller di Scuola Holden, mentre le conclusioni saranno affidate ad Agostino Santoni, amministratore delegato di Cisco Italia.

L’industry 4.0 è un’occasione da non farsi sfuggire per ridare slancio all’economia del nostro Paese e sbloccare il potenziale dell’innovazione digitale in termini di efficienza e produttività. L’obiettivo primario è definire dei percorsi chiari e di fornire gli strumenti che permettano di trasformare le opportunità che arrivano dalle soluzioni della tecnologia e dal sostegno del Piano nazionale industria 4.0 in chiari risultati di business. Non a caso, il convegno nasce dalla consapevolezza che l’industria 4.0 necessita di un vero e proprio ecosistema di partner e di competenze che permetta la realizzazione di progetti e che accelerare i processi di attivazione. Un’occasione di networking, per confrontarsi con chi sta già lavorando sulla integrazione e sullo sviluppo dell’industry 4.0 e per avere una visione del ruolo che svolgono e che possono svolgere le start up. Ma anche per avere una panoramica approfondita sui progetti di open innovation in grado di trasformare l’industria 4.0 in occasioni di business, in efficienza, in sicurezza, in safety,

Il convegno, che rientra nell’ambito delle attività di creazione e diffusione delle conoscenza, di informazione e formazione e di creazione di valore per i territori che fanno parte del progetto Digitaliani firmato Cisco, si propone inoltre l’obiettivo di approfondire le prospettive del Piano Calenda. Un lavoro necessario per consentire a tutte le imprese di affrontare il più rapidamente possibile gli investimenti necessari per portare l’integrazione digitale negli stabilimenti, nella logistica, nei rapporti con i partner, ma anche come strumenti in grado di abilitare nuove opportunità di business grazie a soluzioni come la Connected Factory e come l’Industry Collaboration. Senza dimenticare che con l’Industria 4.0 arriva anche un importante cambiamento a livello di gestione di sicurezza, sia nell’ambito della cybersecurity, soprattutto per le filiere, sia come innovazione per la safety aziendale.