BUSINESS MODEL

Industria 4.0: Hardware-as-a-Service per lo sviluppo di use case

Nokia amplia le partnership tecnologiche per potenziare le capacità dell’Mxie (Mission-Critical Industrial Edge) e venire incontro alle crescenti esigenze di digitalizzazione delle industrie. Si parte con la nuova piattaforma infrastrutturale ad alte prestazioni a firma di Dell Technologies che consentirà di gestire carichi di lavoro impegnativi e complessi

Pubblicato il 22 Feb 2023

Domenico Aliperto

Industrial,Technology,Concept.,Factory,Automation.,Smart,Factory.,Industry,4.0

Nokia intende potenziare le capacità della piattaforma di industrial edge computing Mxie (Mission-Critical Industrial Edge) attraverso l’ampliamento delle collaborazioni con altri fornitori di tecnologia leader del settore. Adottando per Mxie in un modello Hardware-as-a-Service (HaaS), il colosso finlandese consentirà inoltre a un numero sempre maggiore di imprese 4.0 di sfruttare il valore dei dati nel contesto dell’Operation Technology (Ot).

La soluzione sviluppata con Dell Technologies

Man mano che le aziende implementano un numero crescente di casi d’uso dell’Industria 4.0, a partire dai robot autonomi in fabbrica o in magazzino che sfruttano la consapevolezza situazionale in tempo reale per la sicurezza, o la produzione a zero guasti che utilizza l’analisi video avanzata in tempo reale per l’efficienza, cresce la domanda di sistemi di edge computing ad alta capacità e on-premise. Proprio per supportare questa esigenza, Nokiapresenterà una nuova piattaforma infrastrutturale ad alte prestazioni e alta capacità realizzata da Dell Technologies, il server Dell PowerEdge XR11, per aumentare ulteriormente la potenza di elaborazione dell’Mxie e gestire i carichi di lavoro più impegnativi e complessi.

WEBINAR
14 Marzo 2024 - 12:00
GenAI e Security Operation: perché diventerà una integrazione inevitabile? Il parere degli esperti
Robotica
Machine Learning

“Il nuovo server Dell PowerEdge XR11 basato su Mxie con processore scalabile Intel Xeon di terza generazione introduce il supporto dell’unità di elaborazione grafica (Gpu) fisica”, si legge in una nota. “La Gpu Nvidia A2 Tensor Core ad alte prestazioni consente una versatile accelerazione dell’inferenza Ai. Questo, per esempio, permetterà di sbloccare i casi d’uso business-critical che si basano sul monitoraggio in tempo reale dei feed video e degli avvisi utilizzando applicazioni come Nokia Scene Analytics o Atos Computer Vision Platform, che utilizzano l’intelligenza artificiale per l’assicurazione della qualità e le soluzioni di analisi video per le applicazioni mission-critical”.

Potenza di calcolo a disposizione degli use case più estremi

“Nel 2022 abbiamo iniziato a costruire un’ampia base installata per Mxie, che è stato integrato con la soluzione wireless privata Digital Automation Cloud (Dac), consentendo alle imprese di sperimentare come supporta le loro esigenze applicative di Industria 4.0”, spiega Stephan Litjens, vicepresidente di Enterprise Campus Edge Solutions di Nokia. “Sfruttando i server Dell PowerEdge, stiamo incrementando la potenza di elaborazione e le capacità di Nokia Mxie per soddisfare le crescenti richieste dei nostri clienti di implementazioni avanzate nell’Industria 4.0. Inoltre, le nuove capacità della Gpu di Mxie supporteranno casi d’uso che sfruttano l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, come l’analisi in tempo reale di video e dati Ot. Introducendo l’Mxie in un modello Hardware-as-a-Service, stiamo riducendo ulteriormente il costo iniziale del nostro edge industriale per le aziende, per accelerare il loro percorso di digitalizzazione”.
Kyle Dufresne, Global Svp e Gm, Oem Solutions, Dell Technologies, aggiunge: “La famiglia di server Dell PowerEdge comprende sistemi ad alte prestazioni e resistenti, progettati per l’impiego negli ambienti più estremi. Il server PowerEdge XR11 con il supporto delle Gpu Nvidia Tensor Core offre una solida piattaforma per Nokia Mxie e può supportare i clienti enterprise di Nokia che desiderano implementare casi d’uso come l’automazione diffusa nei porti e nelle miniere remote, nonché nelle fabbriche e nei magazzini”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5