Industria 4.0, il Made Competence center pubblica un bando da 1,2 milioni - CorCom

I FONDI

Industria 4.0, il Made Competence center pubblica un bando da 1,2 milioni

Destinato a Pmi e startup punta a individuare i migliori progetti per la fabbrica “digitale”. Finanziamento a fondo perduto a copertura del 50% dell’investimento previsto. Candidature dal 1° marzo

18 Feb 2021

Patrizia Licata

giornalista

Made Competence center ha pubblicato un bando da 1,2 milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese manifatturiere italiane per la realizzazione di progetti di Industria 4.0. Le Pmi e  le startup potranno inoltrare le candidature a partire dal prossimo 1° marzo sino al 20 aprile 2021. 

Made selezionerà le migliori proposte e i progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale sui temi del 4.0 saranno realizzati  nella fabbrica digitale e sostenibile del Competence Center: uno spazio di 2,500 mq, unico nel suo genere, con 25 asset tecnologici e 20 dimostratori, con l’obiettivo di supportare l’adozione di tecnologie digitali per l’innovazione di prodotto, di servizio e di processo. Le tecnologie disponibili (dimostratori) sono accorpati in specifiche aree di competenza, tutte integrate e interconnesse tra loro a formare una fabbrica ideale, digitale e sostenibile.

Le modalità

Il bando, che prevede un finanziamento a fondo perduto a copertura del 50% dell’investimento previsto, è stato progettato per promuovere lo sviluppo tecnologico e digitale, nonché la creazione di competenze specialistiche avanzate nel settore industriale, con particolare riguardo alle piccole e medie imprese, in coerenza con il quadro degli interventi del Piano nazionale Industria 4.0. 

Il massimo contributo erogabile per ogni singolo progetto sarà pari a 100mila euro e le domande dovranno essere inoltrate in via telematica in via telematica.

Made metterà anche a disposizione un portafoglio di servizi completo e orientato al supporto degli investimenti, con l’ausilio della finanza agevolata e di un accordo con un istituto bancario per la valutazione del finanziamento. 

Gli ambiti

In linea con l’obiettivo strategico di Made sarà possibile candidare una o più proposte progettuali che dovranno fare riferimento ai temi di Industria 4.0 applicati al contesto manifatturiero: Strategia Industria 4.0, Progetti di innovazione, Demo e test, Scouting tecnologico, Consulenza Tecnologica, Validazione di progetti Industria 4.0.

1.    Strategia Industria 4.0: realizzazione di un piano di adozione delle tecnologie digitali e delle competenze strategiche per garantire a un’azienda l’evoluzione verso l’Industria 4.0 in termini di efficienza e di efficacia dei processi, coerentemente agli obiettivi aziendali. 

2.    Progetti di innovazione: progetti di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale e di innovazione (di prodotto, di processo o di modelli organizzativi) necessari per sostenere la traduzione di idee innovative in concetti dimostrabili anche attraverso l’utilizzo delle 6 aree e dei 25 asset tecnologici presenti in Made. 

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

3.    Demo e test: sviluppo di demo, prototipi, Proof of Concept (PoC) e Test-Bed in ambito Industria 4.0, utilizzando ambienti e strumenti tecnici, tecnologici e metodologici e know-how disponibili nelle 6 aree e nei 25 asset tecnologici presenti in MADE. 

4.    Scouting tecnologico: individuazione delle tecnologie e dei partner tecnologici più adatti a sviluppare l’innovazione di prodotto e di processo, definendo una strategia tecnologica aziendale coerente con i trend che caratterizzano il settore. 

5.    Consulenza tecnologica: attività di consulenza e studi di fattibilità finalizzati all’implementazione di soluzioni tecnologiche, organizzative e gestionali atte a migliorare i processi delle imprese in ottica Industria 4.0. 

6.    Validazione di progetti Industria 4.0: valutazione in merito all’adeguatezza delle tecnologie, delle metodologie e dell’esecuzione dei progetti di innovazione rispetto agli obiettivi prefissati e allo stato dell’arte. 

Un evento di presentazione del bando è stato programmato per mercoledì 10 marzo 2021 alle 17:00, al quale occorrerà iscriversi sul sito di Made.

La Fabbrica digitale di Made

“Siamo molto contenti di poter offrire questa opportunità alle piccole e medie imprese manifatturiere che vogliono migliorare i propri processi produttivi in ottica 4.0, ha dichiarato Marco Taisch, Presidente Made Competence Center Industria 4.0. Il bando precedente, chiuso ad inizio del 2020, ha registrato 71 richieste, di cui 20 sono state selezionate per l’erogazione dei finanziamenti previsti, con l’80% dei richiedenti di piccole e medie imprese, provenienti da 13 differenti regioni italiane, dalla Sicilia al Trentino-Alto Adige. Anche questo bando è rivolto ad una platea ampia per stimolare la domanda di innovazione. La nostra fabbrica digitale e sostenibile è pronta ad accogliere nuove candidature, che ci aspettiamo di ricevere molto numerose”.

Costituitosi grazie alla visione comune di 48 partner (43 imprese private, tra cui Italtel e Ibm, 4 università, 1 ente pubblico e il supporto del Ministero per lo Sviluppo Economico) e a un investimento di 22 milioni di euro, Made è una vera Fabbrica digitale e sostenibile, “una piattaforma di risorse per far entrare le Pmi italiane a contatto con le tecnologie 4.0, aiutarle e sostenerle lungo il percorso della transazione tecnologica”, secondo le parole dello stesso Taisch.

Tutte le attività di Made sono concentrate in questa fabbrica del futuro: dai servizi di orientamento rivolti alle imprese per approfondire i vari tasselli del sistema 4.0, alle attività di formazione per le aziende che vogliono avvicinarsi alle tecnologie abilitanti per l’industria 4.0 direttamente presso i dimostratori, tramite l’approccio learning factory, ovvero l’uso esperienziale di impianti reali; fino ad arrivare alle imprese più evolute, che intendono implementare il 4.0 e trovano in Made competence center Industria 4.0 un sistema di piattaforme e risorse a cui attingere per proof of concept e progetti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
bando
I
industria 4.0
P
pmi
S
startup

Articolo 1 di 5