Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'ACCORDO

Industria 4.0, si apre l’era della manutenzione “smart”

Accordo Almawave e OverIT per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella gestione degli interventi “on field”: focus sulle tecnologie di comando vocale e analisi predittiva. Sandei: “Semplifichiamo i processi e miglioriamo il lavoro delle persone”

15 Gen 2018

F. Me

L’intelligenza artificiale si mette a servizio della manuntezione industriale. Almawave e OverIT hanno sigltato un accordo di partnership che prevede l’integrazione delle tecnologie focalizzata sull’uso del comando vocale e sull’analisi predittiva nella gestione degli interventi di manutenzione. Le funzionalità della soluzione Geocall Wfm di OverIT sono da oggi arricchite dalla piattaforma proprietaria Iride e dalle soluzioni di Speech Recognition Almawave.

Da strumenti di rendicontazione, gli applicativi diventano un aiuto intelligente per trovare in modo facile e veloce le giuste informazioni, per riportare tempestivamente rilevazioni e interventi e per semplificare la vita lavorativa. Questo grazie alla potenza dei comandi vocali dell’automatic transcription e dell’artificial intelligence per la classificazione, l’interazione automatica e il fast search.

“La missione delle tecnologie Almawave, ideate in un’ottica People Centered – spiega Valeria Sandei, ceo di Almawave – è realizzare soluzioni innovative, facili da usare e basate sul linguaggio naturale. Quando l’integrazione della piattaforma Iride va ad arricchire i prodotti di altre aziende e a migliorare le modalità di lavoro delle persone, semplificando i processi e potenziandone competenza e capacità, la soddisfazione è massima”.

Geocall Wfm di OverIT è un prodotto di Field Service Management finalizzato a gestire le attività sul campo, monitorare il lavoro degli operatori in tempo reale e organizzare processi, modalità e tempi degli interventi. Finora, gli addetti impegnati nelle attività inserivano manualmente le informazioni sui device mobili, spesso appesantiti da guanti e strumenti di lavoro. Oggi, grazie alle tecnologie Almawave, possono sfruttare i benefici del comando vocale per dare informazioni al sistema attraverso la sola voce, operando quindi in modalità “hands-free”. Questo consente loro di ritrovare facilmente i contenuti corretti per svolgere le attività, nonché classificare semplicemente e puntualmente ogni intervento avvenuto in modo tempestivo e completo.

“Siamo sempre stati a favore della semplificazione delle applicazioni in campo – evidenzia Marco Zanuttini, ceo & chairman OverIT – La collaborazione con Almawave è un passo importante verso questo obiettivo, in quanto permette al nostro utente di operare a “mani libere”, senza la necessità di interrompere l’attività che sta svolgendo.”

Il comando vocale attiva in automatico sia i processi per la ricezione delle informazioni che, grazie al motore semantico, quelli per l’archiviazione e la categorizzazione delle stesse, creando di fatto una base di conoscenza e una memoria di esperienze condivise, utili all’operatore per individuare e risolvere possibili problematiche tecniche velocemente e in autonomia. Ciò consente di riconoscere situazioni simili e ricorrenti, velocizzare gli interventi e mettere in atto processi evoluti di manutenzione predittiva.

Una vera rivoluzione che trasforma gli strumenti di field service management da supporti di rendicontazione ad assistenti intelligenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link