Auto rubate, Ibm e Mercedes lanciano un tool per recuperarle - CorCom

CONNECTED CAR

Auto rubate, Ibm e Mercedes lanciano un tool per recuperarle

Il servizio “Urban Guard – Stolen Vehicle Help”, già attivo per i veicoli connessi della casa automobilistica, ha superato la fase di sviluppo in Europa ed è pronto a sbarcare in Nord America e Asia-Pacifico

03 Set 2021

Domenico Aliperto

A pochi giorni dall’inizio della fiera Iaa di Monaco (6-12 settembre), Ibm e Mercedes hanno annunciato il buon esito dello sviluppo di “Urban Guard – Stolen Vehicle Help“, un servizio reso disponibile di recente nell’app Mercedes Me e progettato per aiutare a trovare e recuperare i veicoli rubati. La soluzione, che ora verrà estesa a nuovi mercati oltre quello europeo, si basa su una precedente collaborazione tra Ibm e Daimler, la società madre di Mercedes, per sviluppare servizi di auto connesse “ready to”.

L’importanza di agire con tempestività

Secondo il National Insurance Crime Bureau, i furti d’auto hanno registrato un aumento del 9,2% nel 2020. I servizi per le auto digitali e connesse possono offrire una soluzione per aiutare ad affrontare questo rischio e aumentare il potenziale per le forze dell’ordine di recuperare i veicoli smarriti o rubati .

NEWSLETTER
Auto elettrica, car sharing, self driving car e non solo. Non perdere le news di Automotive Up!
Automotive
Smart Mobility

Il fattore tempo è fondamentale in caso di furto. Per questo il servizio “Stolen Vehicle Help” raccoglie i dati rilevanti del veicolo e dei clienti che possono aiutare gli investigatori a identificarlo e recuperarlo. Questi dati, insieme alle informazioni sulla posizione della vettura, vengono quindi condivisi con le forze dell’ordine tramite un partner di servizio autorizzato a comunicare con le stazioni di polizia di tutto il mondo.

L’ecosistema orchestrato da Ibm

Ibm Global Business Services e Mercedes hanno analizzato e definito in stretta collaborazione il processo end-to-end: dall’esperienza del cliente front-end in caso di furto, al processo di condivisione sicura dei dati live e all’elaborazione back-end.

Ibm Global Business Services ha sviluppato il back-end utilizzando tecnologie open source native del cloud, come la build Red Hat di Quarkus, per ottenere prestazioni ad alta velocità. In qualità di partner di implementazione, Ibm Global Business Services fornisce l’interazione tecnica tra le varie parti coinvolte ei sistemi esistenti, come le Api dei dati dei clienti e gli strumenti del call center.

“Sempre più i consumatori si aspettano e apprezzano i servizi digitali e connessi allo stesso modo delle prestazioni di guida del veicolo, il che significa che le esperienze delle auto connesse sono importanti quanto la potenza o la maneggevolezza”, afferma in una nota Juergen Braun, Vice President e Industry Leader Industrial, Automotive Ibm Dach. “Sviluppare servizi di auto connesse che aiutano a salvaguardare l’investimento del proprietario è un modo significativo per Mercedes di approfondire la relazione con i propri clienti, oltre che di differenziarsi”.

Il servizio “Urban Guard – Stolen Vehicle Help” è stato inizialmente reso disponibile per i clienti europei nel novembre 2020 ed è ora disponibile per i clienti idonei in alcuni paesi del Nord America e dell’Asia Pacifica.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5