MANUFACTURING

Manutenzione predittiva, business in volata grazie all’Industrial IoT

L’Internet of things guadagna slancio grazie al proliferare dei progetti votati all’automazione industriale e alla revisione dei processi di produzione intelligenti. Spinta anche ai digital twins che diventeranno sempre più popolari nell’approccio all’Industria 4.0 grazie all’analisi dei dati e dei sensori

Pubblicato il 08 Set 2023

Schermata 2023-09-08 alle 12.57.47

Secondo un rapporto recentemente pubblicato da The Insight Partners, intitolato “Previsioni sul mercato della Manutenzione Predittiva fino al 2028“, si prevede che il mercato della manutenzione predittiva raggiungerà i 26,58 miliardi di dollari entro il 2028, rispetto ai 5,31 miliardi di dollari nel 2021. Si prevede che crescerà a un tasso di crescita annuale composto (Cagr) del 27,4% durante il periodo 2022-2028.

La spinta? Viene dall’Industrial IoT. I digital twin (DT) diventeranno infatti sempre più popolari nell’approccio dell’Industria 4.0 grazie all’analisi dei dati e all’IoT, che forniscono gli strumenti per applicazioni proprio come la manutenzione predittiva e il rilevamento dei guasti.

In crescita le connessioni IoT sulla spinta dell’automazione

Secondo Frost & Sullivan, con 41,76 miliardi di dispositivi attivi connessi all’IoT previsti a livello globale nel 2023, la crescita nella domanda di soluzioni IoT provocherà un aumento delle connessioni del 18% rispetto al 2022. E i principali motori di questa espansione includono, fra gli altri, l’accelerazione dei processi di automazione, la continuazione del percorso di trasformazione digitale, la ripresa delle catene del valore dopo gli impatti economici della pandemia di Covid-19 e il lancio delle reti di connettività 5G. In particolare, le organizzazioni accelereranno l’implementazione di concetti e soluzioni di IoT industriale per semplificare le operazioni, migliorare la produttività, migliorare la qualità dei prodotti e ridurre i costi.

I sistemi di sicurezza intelligenti basati sull’IoT possono rendere i luoghi più sicuri riconoscendo persone e oggetti che entrano ed escono dagli edifici, tenendo traccia dello stato di una struttura e inviando avvisi di sicurezza e risposte di emergenza. L’edge computing e l’intelligenza artificiale (AI) stanno diventando tecnologie indispensabili per i sistemi di sorveglianza che consentono il monitoraggio delle immagini e l’elaborazione dei dati.

IoT come leva per la customer experience e l’immersività

Oltre ad essere un fattore chiave per l’automazione dei processi manuali, l’IoT aiuterà le organizzazioni a migliorare l’esperienza dei clienti, ad esempio attivando risposte automatizzate nei veicoli elettrici con sistemi avanzati di assistenza alla guida (Adas). Tecnologie innovative come 5G, edge computing e sensori intelligenti per pneumatici vengono impiantate per rilevare pericoli ed evitare collisioni.

Inoltre la domanda di esperienze coinvolgenti aprirà nuovi flussi di entrate per i fornitori di tecnologia. Nel 2023, ci sarà una crescente necessità di reti 5G e edge computing per consentire esperienze di realtà aumentata (AR) e realtà mista (MR) più vivide alimentate da livelli di latenza ultrabassi. Nuovi settori verticali che sfruttano queste tecnologie stanno guadagnando terreno, come l’istruzione e l’apprendimento. L’IoT diventerà quindi importante affinché il metaverso interagisca tra il mondo reale e il mondo virtuale.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5