Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PROGETTO

Una rete pubblica IoT, la sfida dell’Emilia Romagna

Lepida promuove la realizzazione di una infrastruttura, basata sulla tecnologia LoRa, da mettere a disposizione sia delle PA sia dei cittadini. Smart city banco di prova

07 Gen 2019

Lepidaspa intende promuovere la realizzazione di una rete pubblica IoT, basata sulla tecnologia LoRa a disposizione sia delle Pubbliche amministrazioni, che dei privati cittadini, per consentire di raccogliere dati da migliaia di nuovi sensori, collocati in posizioni di proprio interesse, e renderli disponibili sia ai proprietari dei sensori sia a ogni articolazione della Pubblica amministrazione per finalità istituzionali e di interesse pubblico.

A tal fine lepidaspa ha predisposto un protocollo di sperimentazione proponendolo ad alcuni territori pilota e rendendosi disponibile ad approfondirlo con i soci che manifestino interesse. L’Unione Reno, Lavino e Samoggia ha già deliberato in tal senso e si sta procedendo ad analizzare la possibile integrazione della sperimentazione con altre in corso nel Comune di Parma e nei Comuni dell’area Nord di Modena in collaborazione con Aimag. Il protocollo impegna lepidaspa e l’ente firmatario a definire un progetto che consenta da un lato di coprire il territorio attraverso l’installazione di tecnologia LoraWan, dall’altra di raccogliere i dati di sensori di interesse locale, di inviarli a un server centrale attraverso la Rete Lepida e di metterli a disposizione in cloud, attraverso Api, o, nel caso delle Pubbliche Amministrazioni, tramite la piattaforma Sensornet.

Quali sono le applicazioni di maggior impatto? Esiste un ampio catalogo di sensori certificati LoRaWan che riguardano i principali ambiti della smart city, quali gestione di parcheggi, monitoraggio della qualità dell’aria, rilevazione incendi, sicurezza domestica, illuminazione a basso costo, gestione dei rifiuti, gestione delle flotte veicolari, agricoltura di precisione, consumi energetici degli edifici. In tal modo grazie a SensorNet e utilizzando tecniche di Big Data Analytics ogni ente avrebbe a disposizione un sistema di monitoraggio indoor ed outdoor di tutti i sensori presenti sul proprio territorio basato su un sistema di raccolta in cloud e profilato per ciascun socio aderente in grado di utilizzare al meglio le tecnologie IoT sulla rete LoRaWan.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

I
IoT
L
lepida

Articolo 1 di 4