IL CASO

Siemens, ristrutturazione in vista: 6.900 licenziamenti

La metà degli esuberi in Germania, 1.100 nel resto d’Europa e 2.500 nel resto del mondo, dei quali 1.800 negli Usa. A essere interessati dai tagli saranno principalmente due settori: l’energia e l’automazione. Verso la chiusura i siti nell’ex Ddr di Goerlitz e Leipzig

16 Nov 2017

A. S.

giornalista

Licenziamenti in vista per Siemens, che ha annunciato il taglio di 6.900 posti di lavoro in tutto il mondo. Di questi la metà riguarderà la Germania, mentre altri 1.100 saranno i tagli nel resto d’Europa e 2.500 nel resto del mondo, di cui 1.800 negli Stati Uniti.

Siemens risponde alla rapida accelerazione dei cambiamenti strutturali nella produzione delle energie fossili e nel settore delle materie prime”, si legge in un comunicato dell’azienda, che annuncia come a essere interessate dai tagli saranno principalmente le divisioni dell’energia e dell’automazione, a causa in particolare della riduzione della domanda di turbine a gas.

La carenza di domanda potrebbe farsi sentire particolarmente sulle fabbriche di Goerlitz e Leipzig, nell’ex Grmania dell’Est, che ora rischiano la chiusura.

Mentre i sindacati si preparano alla battaglia, appellandosi ai buoni risultati finanziari dell’azienda, il Ceo Joe Kaeser aveva già annunciato la scorsa settimana “tagli dolorosi”, nonostante la crescita degli utili netti dell’11% nel biennio 2016-2017. C’è da dire però che l’azienda si è già detta disponibile a mitigare la misura con la ricollocazione di alcuni operai accompagnandoli ad altri incarichi con percorsi di formazione.

Siemens dovrebbe a questo punto domandarsi se vuole rimanere un gruppo importante di tecnologie integrate o se vuole soltanto gratificare i propri azionisti”, è il commento di Juergen Wechsler, a capo del sindacato metalmeccanico della Baviera IG Metall.

Oggi Siemens conta su un organico di 350mila lavoratori in tutto il mondo, di cui circa 115mila nelle sedi tedesche del gruppo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

L
licenziamenti
S
Siemens