IL TAGLIO DEL NASTRO

Cloud technologies, nasce a Cagliari una cittadella dell’innovazione

Il nuovo centro è frutto degli investimenti di Growens, in partnership con Crea e The Net Value. Si punta alla messa a punto di percorsi formativi e alla valorizzazione delle risorse locali per spingere le attività di digitalizzazione

08 Feb 2022

Veronica Balocco

multicloud

Dalla collaborazione tra Growens, società attiva nel settore delle cloud marketing technologies, Crea, il centro per l’innovazione e l’imprenditorialità dell’Università di Cagliari, e The Net Value, la community di innovatori fondata nel 2009 per supportare l’innovazione e l’imprenditoria digitale sul territorio sardo, nasce il Cagliari Innovation Lab, nuovo centro di ricerca e sviluppo dedicato all’innovazione digitale e tecnologica.

Il Lab, oltre ad ospitare la nuova sede locale di Growens, avrà l’obiettivo di dare un importante contributo alla creazione di percorsi formativi per professioni digitali e all’individuazione di figure che possano alimentare la crescita del gruppo non soltanto attraverso la valorizzazione di nuovi talenti locali ma anche attraverso l’attrazione di figure professionali specialistiche a livello internazionale.

“Era da tempo che cercavamo un centro fisico in cui fare innovazione e avere accesso ad una serie di competenze tecniche per sostenere la nostra crescita e siamo felici di averlo trovato in un terreno così fertile per le aziende digitali, come Cagliari”, ha commentato Michele Cappellini, Chief information officer di Growens. “Vogliamo creare un vero e proprio acceleratore di innovazione per creare nuovi spin-off di prodotto e individuare nuove potenziali aree di business. Grazie alla partnership con Crea e The Net Value potremo attingere ad un ricco bacino di nuovi talenti e contribuire alla loro formazione attraverso l’erogazione di borse di studio e attività di mentoring per alcuni progetti di start-up”.

Da The Net Value 15 candidati ogni 3 mesi per il Lab

“Da incubatore la nostra mission è da sempre quella di contribuire a supportare l’innovazione e l’imprenditoria sul territorio sardo mettendo in contatto startup, figure professionali e aziende più sviluppate per generare idee innovative”, aggiunge Mario Mariani, fondatore di The Net Value e già Ceo di Tiscali. “Con Growens, in particolare, abbiamo concluso un accordo di partnership per il nostro corso per Junior full-stack developer, che ogni 3 mesi metterà a disposizione dell’azienda 15 candidati tra cui selezionare i nuovi talenti che possano andare ad alimentare l’Innovation Lab.”

WHITEPAPER
Sfide di mercato, strategie e strumenti per la nuova INDUSTRY4.0, con il digitale al centro
Automotive
IoT

“Come Centro per l’innovazione e l’imprenditorialità dell’Università di Cagliari, anche grazie all’esperienza maturata attraverso il Contamination Lab, in questi anni abbiamo costruito un ecosistema a supporto di chi intende generare sviluppo e innovazione a partire dal bagaglio di competenze e conoscenze scientifiche dell’ateneo”, conclude Maria Chiara Di Guardo, direttore del Crea UniCa. “Il Cagliari Innovation Lab rappresenterà il luogo d’incontro ideale per giovani aspiranti imprenditori ed imprenditrici determinati a condividere know-how, esperienze e creare valore”.

“Insieme a Growens potremo creare delle sinergie per i nostri percorsi formativi, in particolare con il nuovo Corso di laurea in Informatica applicata e Data analytics – spiega Diego Reforgiato Recupero, docente dell’Università di Cagliari – con l’obiettivo di acquisire nuovi ricercatori e sostenerli tramite assegni di ricerca e borse di studio, oltre a promuovere la partecipazione a progetti europei”.

Investire in centri di eccellenza locali

“Il Cagliari Innovation Lab amplifica l’efficacia del nostro Way of working, il manifesto recentemente lanciato da Growens per formalizzare la flessibilità come pilastro culturale e organizzativo. L’azienda mira a valorizzare il talento in relazione al territorio italiano, investendo in centri di eccellenza locali (come già avviene con il Crit di Cremona, la città di origine del Gruppo) e supportando la miglior integrazione tra aspirazioni di carriera e qualità della vita”, conclude Enrica Lipari, People & culture director di Growens.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2