IL TAGLIO DEL NASTRO

Alla Luiss di Roma la prima cattedra in Machine Learning and Artificial Intelligence

Promossa da Vetrya punta a formare esperti in grado di rispondere alle nuove sfide del mercato nazionale e internazionale. Il rettore Prencipe: “In corso ibridazione dei saperi, scienze sociali e human skills fondamentali. I dati senza un dominio di applicazione non hanno senso”

14 Feb 2020

Mi Fio

Machine Learning and Artificial Intelligence”: è questa la nuova cattedra tenuta a battesimo oggi all’Università Luiss Guido Carli di Roma.

“Il nostro ateneo viaggia, da sempre, con due anime interconnesse: quella del rigore accademico e quella della rilevanza pratica. La trasformazione digitale ci sfida a ripensare le logiche tradizionali e a utilizzare un approccio formativo che sia sempre più basato sulle evidenze e sulla teoria- ha sottolineato il rettore Andrea Prencipe -. La digitalizzazione e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, della robotica e delle infrastrutture dell’information technology rappresentano un cambiamento epocale. Non conosciamo il lavoro che verrà ma siamo chiamati a pianificare il futuro delle persone e delle aziende con una ibridazione dei saperi dove le scienze sociali e le human skills sono fondamentali, perché i dati senza un dominio di applicazione non hanno senso”.

Promossa da Vetrya la nuova cattedra è stata inaugurata con la prima lezione a cura del Presidente e AD dell’azienda Luca Tomassini: “L’intelligenza artificiale è destinata a rivoluzionare la quasi totalità dei settori produttivi conosciuti dall’uomo – ha esordito Tomassini .-  È una nuova importante sfida che determinerà l’economia di mercato dei prossimi anni. Un cambiamento epocale, non necessariamente legato alla tecnologia ma ad una nuova cultura. Una cultura che necessita di nuove competenze, fondamento necessario per accorciare i meccanismi di evoluzione e selezione naturale che da sempre hanno regolato i cicli di esistenza umana. Siamo orgogliosi di contribuire con questa cattedra alla formazione dei giovani in quest’ambito, affinché possano in futuro portare avanti la grande rivoluzione digitale che ci attende. Siamo solo all’inizio”.

Da parte sua Alessandro Zattoni, Direttore del Dipartimento di Impresa e Management dell’ateneo nel ricordare che già da qualche anno, il Dipartimento recluta professori di Computer Science, Machine learning e Data science ha evidenziato che “l’ingresso dei nuovi docenti ha consentito all’Università sia di arricchire le competenze degli studenti che frequentano i corsi di laurea su temi manageriali, sia di sviluppare nuovi progetti formativi – un Bachelor e, in futuro, un Master of Science – sui temi di Management and data science”.

WHITEPAPER
Data Strategy: quali sono le 3 fasi principali del processo di relazione con il cliente?
Big Data
Marketing

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3