Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA NOMINA

Cesare Avenia a capo di Confindustria Digitale: “Accelerare su Impresa 4.0 e PA digitale”

Cambio al vertice dell’associazione. Il manager succede a Elio Catania: “Occupazione nodo cruciale”. Marco Gay vicepresidente vicario

22 Mar 2019

F. Me

Cesare Avenia al timone di Confindustria Digitale. L’Assemblea di Confindustria Digitale ha rinnovato i vertici della Federazione delle imprese dell’Information & Communication Technology per il prossimo biennio:  Marco Gay sarà  vicepresidente vicario.

“Riprendere la via della crescita e dello sviluppo è la priorità del nostro Paese – commenta Avenia che succede a Elio CataniaMa dobbiamo essere consapevoli che il gap del 2% sull’andamento del Pil che ci distanzia dagli altri paesi europei è strettamente connesso al forte ritardo che scontiamo nella digitalizzazione. Come del resto testimonia il 25esimo posto su 28 paesi occupato dall’Italia nella classifica Desi (Digital European Scoreboard Index). Le nuove opportunità per le imprese, per l’occupazione, per la modernizzazione della Pubblica amministrazione e per il miglioramento della qualità di vita dei cittadini dipendono sempre più dalla capacità di un paese di innovare i propri assetti infrastrutturali, organizzativi, formativi, culturali. E noi, questo processo, non lo stiamo facendo con la velocità e la determinazione necessarie. Per imprimere una svolta al Paese dobbiamo accelerare in modo deciso sui programmi e processi di digitalizzazione in atto. Come Federazione ci focalizzeremo su tutti i temi che riguardano l’innovazione: investimenti, impresa 4.0, PA digitale, nuove competenze. Ma intendiamo offrire un contributo qualificato e proattivo per indirizzare, nell’interesse generale, le criticità che l’introduzione delle nuove tecnologie fa emergere nel mondo del lavoro, nella società, negli aspetti regolatori ed etici”.

Cesare Avenia, ingegnere elettronico, vanta una lunga esperienza manageriale, avendo ricoperto ruoli apicali nell’industria nazionale e internazionale delle telecomunicazioni. Dopo incarichi di responsabilità in Italtel e Alcatel, si è trasferito a Londra  iniziando a lavorare in Ericsson Telecomunicazioni Spa, dove ha trascorso gran parte della sua carriera fino a raggiungere la posizioni di Amministratore delegato e Presidente. E’ stato Presidente del Consiglio di Amministrazione di Sony Ericsson Italia. Avenia è stato Presidente di Asstel Assotelecomunicazioni e vicepresidente di Confindustria Digitale. Attualmente è membro della Giunta di Assonime, Past President di Asstel e Presidente della Fondazione Lars Magnus Ericsson.

Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform, ha maturato un’esperienza imprenditoriale di rilievo nel settore digitale e dell’innovazione. E’ socio e Amministratore delegato di Digital Magics Spa, business incubator quotato all’Aim di Borsa Italiana. E’ Consigliere di amministrazione dell’Università Luiss Guido Carli, Consigliere di amministrazione di Talent Garden Spa e Presidente del Gruppo Tecnico “Formazione di sistema” di Confindustria. E’ stato Presidente dei Giovani di Confindustria e Vice Presidente di Confindustria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5