FORMAZIONE

Competenze digitali, Conflavoro e Amazon insieme a supporto delle Pmi

Via alle “Accademie virtuali” rivolte a titolari, dirigenti e responsabili marketing delle piccole e medie imprese. In calendario quattro webinar e un bootcamp intensivo progettato dalla Graduate School of Management del Polimi

19 Mag 2022
pmi-150402095438

Creare e incrementare i canali online di business, rafforzare il digital branding, facilitare l’accesso al credito, gestire la privacy. Sono solo alcune delle “materie” al centro delle Accademie virtuali, il nuovo progetto lanciato da Conflavoro Pmi come parte del programma “Accelera con Amazon”, che punta ad accelerare la digitalizzazione delle Pmi.

Cosa prevede il programma

In calendario 4 webinar che puntano ad aiutare le imprese ad innovarsi attraverso processi di trasformazione e implementazione delle strategie manageriali e commerciali. I destinatari sono titolari, dirigenti e responsabili marketing e comunicazione delle piccole e medie imprese. Ma la formazione, specifica una nota, “è adatta a qualunque profilo interessato al digital business e permette nuove conoscenze dinamiche e universali a prescindere dal settore di mercato: artigiani, commercianti, operatori del turismo e della ristorazione, agricoltura e manifatturiero, tra gli altri.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

A completamento del percorso nel mese di giugno 100 piccole e medie imprese e startup potranno partecipare a un bootcamp progettato dalla Graduate School of Management del Politecnico di Milano e tenuto da Amazon, in collaborazione con Conflavoro Pmi, per sviluppare ulteriormente le competenze digitali per vendere online.

Gli obiettivi del progetto

Si punta a  supportare il tessuto imprenditoriale italiano e il sistema lavoro nel suo complesso, in uno scenario in cui l’economia digitale sta apportando cambiamenti positivi nella gestione delle attività d’impresa e di professionisti di ogni settore.

“La società digitale condiziona profondamente anche i mercati. I nuovi strumenti di business – afferma Roberto Capobianco, presidente nazionale di Conflavoro Pmi – devono dunque essere accessibili e comprensibili a chiunque faccia impresa, soprattutto se si tratta di aziende di piccole dimensioni che, in particolare nell’attuale congiuntura economica, hanno bisogno di tutti gli strumenti utili al rilancio e alla ripresa. Le Pmi vanno perciò ripensate e affiancate nella transizione: essere digital non significa soltanto vendere online”.

In campo “precise strategie da attuare e obiettivi da inseguire – prosegue Capobianco -, motivo per cui noi di Conflavoro Pmi abbiamo deciso di avviare questo percorso formativo con Amazon rivolto ai nostri associati e non. Il mondo digitale è una terra infinita e le nostre imprese devono imparare a conquistare, mantenere e poi aumentare uno spazio di mercato soddisfacente”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3