Competenze digitali, il Comune di Bari rilancia: in campo 4 big player - CorCom

IL PROGETTO

Competenze digitali, il Comune di Bari rilancia: in campo 4 big player

L’amministrazione, attraverso il job centre Porta Futuro, ha firmato un’intesa con Almaviva, Microsoft Italia, fondazione Mondo Digitale e Baker Hughes. Si punta a diffondere ed aumentare le skill dei cittadini

28 Dic 2021

F. Me

Bari spinge sulle competenze digitali. Il Comune ha firmato una partnership, attraverso il job centre Porta Futuro, con Almaviva, Microsoft Italia, Fondazione Mondo Digitale e Baker Hughes finalizzata a promuovere lo sviluppo di e-skill dei cittadini interessati ad accrescere le proprie skill lavorative.

Lo scorso autunno, in collaborazione con Porta Futuro Bari, sono partiti i corsi di “Ambizione Italia per i giovani”, il programma formativo promosso da Microsoft Italia in collaborazione con fondazione Mondo Digitale per rispondere ai bisogni di chi vuole aggiornarsi, riqualificarsi professionalmente, colmare lacune o potenziare le proprie competenze digitali. Da allora i corsisti stanno seguendo gratuitamente online uno o più dei seguenti percorsi formativi: corso di livello intermedio per Digital marketing, corso di livello base per Alfabetizzazione digitale e Corso di livello intermedio per Comunicazione multimediale. Al termine di questa attività, grazie alla collaborazione ufficializzata oggi i corsisti più meritevoli potranno ricevere gratuitamente un dispositivo tra pc e tablet messi a disposizione dalle aziende partner.

“Quello cominciato qualche mese fa è un percorso di alfabetizzazione digitale e formazione dei cittadini – ha spiegato l’assessore all’Innovazione tecnologica e vicensindaco Eugenio Di Sciascio – che ci ha permesso, grazie al supporto di Porta Futuro e alla collaborazione di realtà nazionali e internazionali, quali sono i partner di questo progetto, di raggiungere circa 120 persone e avviare con loro un’attività di formazione che da livello base può raggiungere anche contenuti professionalizzanti. Il nostro obiettivo infatti deve essere quello di raggiungere quante più persone possibili fornendo loro le competenze digitali di base che gli permettano di accedere a servizi o contenuti utili per la vita quotidiana. A questo si aggiunge la possibilità, a termine di questo primo corso, di fornire ai primi 50 cittadini che termineranno la formazione gratuita con determinati punteggi previsti dal corso, dispositivi elettronici (tablet e pc) messi a disposizione dalle aziende partner che stanno collaborando con noi in questa sfida. Questo è un tema essenziale per la crescita della nostra comunità, che sulle competenze digitali ha ancora tanta strada da fare e sui dobbiamo investire nei prossimi anni cercando di raggiungere anche quei cittadini meno propensi alla tecnologia e che attraverso il rapporto con Porta Futuro stiamo cercando di raggiungere”.

“Porta Futuro ormai da diversi mesi sta affrontando un percorso di digitalizzazione dei propri servizi e del rapporto con i propri utenti – ha commentato il responsabile del job centre comunale Franco Lacarra -. Questa collaborazione è una delle tappe di questo percorso che si avvale della professionalità dei nostri operatori, che ringrazio attraverso la dott.ssa Bonante e le imprese che ci sostengono con progetti come questo che ci aiutano sia sulla formazione all’esterno sia sui servizi interni. Fornire competenze digitali e strumenti che permettono di accedere a questo mondo, significa per noi irrobustire il settore delle politiche sociali nei confronti della cittadinanza perché così facendo stiamo dotando loro degli strumenti di emancipazione e autonomia richiesta ormai dalla maggior parte dei servizi quotidiani erogati”.

“Almaviva è una delle prime aziende in Italia di Information technology che affiancano il percorso di digitalizzazioni delle pubbliche amministrazioni locali – ha ricordato Irene Zacheo di Almaviva – Con il Comune di Bari da tempo stiamo lavorando in tal senso su svariati fronti e progetti e per questo ci faceva piacere partecipare a questo progetto mettendoci a disposizione della città e dei cittadini”.

“Abbiamo volentieri partecipato a questa iniziativa del Comune di Bari e di porta Futuro perché si sposa perfettamente con i valori della nostra azienda in termini di responsabilità sociale e di inclusione”, ha detto  Enrico Mangialardo di Baker Hughes.

Secondo Mirta Michilli di Mondo Digitale “per vincere la sfida delle competenze digitali abbiamo bisogno di reti e alleanze ibride come quella con il Comune di Bari. Un vero e proprio ecosistema nazionale a supporto di una ripresa economica socialmente giusta: inclusiva e di qualità. Una ripresa che sia per tutti, dai giovani ai più fragili. Con Ambizione Italia per i giovani lavoriamo affinché nessuno sia escluso dalle opportunità offerte dalla trasformazione digitale e dalle tecnologie abilitanti”.

“Per cogliere appieno le opportunità che il digitale sta generando in termini di crescita sostenibile, abbiamo bisogno di professionalità che al momento le aziende faticano a trovare sul mercato – ha spiegato Stefano Stinchi di Microsoft Italia – Grazie al Pnnr, infatti, stiamo costruendo le basi per far ripartire il nostro Paese ma servono nuove competenze digitali.  Con Ambizione Italia, Microsoft si propone di dare un contributo concreto a ridurre questo divario, aiutando giovani talenti e professionisti già affermati ad essere competitivi nel mondo del lavoro, facendo leva sui trend digitali. Siamo entusiasti di questa collaborazione aperta con il Comune di Bari, Porta Futuro e Fondazione Mondo Digitale ad altri partner che ci aiuterà a raggiungere un numero ancora più ampio di persone con opportunità di formazione e occupazione”.

Almaviva sul podio di Aws

Almaviva ha vinto il premio Aws Public Sector Partner of the Year riconosciuto al partner che ha saputo meglio utilizzare i servizi Aws continuando ad espandersi e a crescere con Aws nel settore Public Sector nel corso del 2020.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

L’Aws Partner Award viene assegnato ai partner italiani che svolgono un ruolo chiave nell’aiutare i clienti a guidare l’innovazione e a creare soluzioni sul cloud Aws.

Gli Aws Partner Awards, annunciati durante l’annuale Aws Partner Summit, sono assegnati ai partner i cui modelli di business hanno abbracciato la specializzazione e la collaborazione con Aws nell’ultimo anno e che operano attraverso modalità che continuano ad evolversi e prosperare sul cloud Aws grazie al lavoro costante con i clienti.

“Abbiamo costruito una collaborazione consolidata con Aws, sviluppando le competenze sul Aws  Cloud e abbinandola alla nostra radicata esperienza di digital partner della Pubblica Amministrazione – afferma Antonio Amati, direttore generale Divisione IT di Almaviva – Almaviva affianca la PA da decenni con successo per portare competenze uniche e soluzioni innovative ai propri clienti e promuovere la digitalizzazione del Paese”.

The AWS Partner Network (Apn), è un programma globale, focalizzato nell’aiutare decine di migliaia di partner che si avvalgono di Amazon Web Services nel creare soluzioni e servizi per i clienti.

“I partner Aws aggiungono valore ai clienti all’interno di gamma di settori in tutto il mondo e sono fondamentali per il loro successo. Siamo lieti di conferire questo riconoscimento ai partner attraverso gli Apn Partner Awards Emea 2021. Sono entusiasta di continuare a lavorare insieme ai nostri partner per creare un grande 2022″, dice Antonio Alonso Lopez, Emea Director Partner Success di Aws.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4