FORMAZIONE E LAVORO

Competenze digitali, in Italia boom di corsi aziende-università

Manpower e Aruba lanciano un percorso gratuito per formare addetti alle facility operation. Ntt Data e Iulm avviano una collaborazione triennale che prevede tirocini, stage e corsi post-lauream ed executives. Via al bando Amazon Women in Innovation con il Politecnico di Torino per premiare le studentesse Stem più meritevoli. Tiscali ed Edulia insieme per la Scuola 4.0

Pubblicato il 06 Mar 2023

competenze-skill

Tirocini, stage, upskilling post-lauream. E’ un vero e proprio boom quello che sta esplodendo in Italia sul fronte dell’offerta di formazione in un mercato del lavoro che fatica a trovare risorse specializzate.

Sono tre le nuove iniziative lanciate: il corso gratuito organizzato da Manpower e Aruba per addetti Facility Operation Center, i tirocini di Ntt Data e Iulm e le borse di studio lanciate da Amazon Women in Innovation in collaborazione con il Politecnico di Torino.

Il corso per addetti Facility Operation Center

Manpower Academy e Aruba Academy lanciano il corso per addetti Facility Operation Center. Il corso gratuito partirà il 3 aprile e prevede l’inserimento in azienda. Si tratta del progetto di upskilling che punta a trasmettere competenze specifiche di settore sui profili più difficili da trovare per i distretti produttivi italiani.

WHITEPAPER
Digital Marketing B2B: guida pratica per creare un piano di successo nel 2023
Advertising
Social Network

Come rileva ManpowerGroup dalle proprie analisi, nel mondo del lavoro vi è una crescente richiesta di profili tecnici e specializzati. Tuttavia, il 72% delle aziende italiane segnala difficoltà nel trovare i talenti con le competenze giuste per le loro esigenze.

Il corso si terrà presso il Global Cloud Data Center di Ponte San Pietro (Bergamo) e prevede attività teoriche in aula e on the job per un totale di 56 ore.

A chi si rivolge il corso

Il progetto formativo si rivolge a persone non occupate, siano essi giovani alla prima esperienza o lavoratori in cerca di un nuovo lavoro e con la necessità di formazione per un riposizionamento professionale. Ai candidati è richiesto diploma di scuola superiore e passione per il mondo della manutenzione.

I corsisti acquisiranno competenze relative agli impianti elettrici, elettronici, termici, speciali, acquisendo importanti e valide conoscenze sugli impianti tecnologici, costruendo le basi di una professionalità tra le più richieste del settore. Al termine dell’Academy, le persone formate che avranno superato con successo il corso entreranno a far parte dell’azienda, dove saranno inserite in un percorso di formazione ed apprendimento continuo.

“I profili tecnici e specializzati sono tra i più difficili da reperire nel mercato del lavoro, sia per l’elevata richiesta di queste figure sia per la problematicità nel trovare persone con le giuste competenze – dichiara Daniela Sonzogni, Regional Manager di Manpower -. L’Academy di Manpower e Aruba nasce proprio dall’esigenza di formare profili esperti nella manutenzione e nel funzionamento di Data Center”.

“L’attivazione della quarta edizione della nostra Academy è un segnale importante in ottica di continuità, che oltre a confermare l’impegno a sviluppare tali figure strategiche direttamente in casa, certifica il successo delle precedenti edizioni, che hanno portato all’assunzione del 90% dei partecipanti, grazie ad un percorso didattico altamente esperienziale e strutturato sui nostri processi e sulle nostre procedure” spiega Italo Piroddi, Head of Aruba Academy.

Il corso su Technology & Business Innovation

Valorizzare e incentivare attività di ricerca, formazione e sviluppo. E’ questo l’obiettivo dell’accordo quadro triennale siglato da Ntt Data e Iulm che punta a spingere lo sviluppo tecnologico coniugando competenze tecniche e umanistiche.

La collaborazione fra Ntt Data e l’Ateneo verterà sullo sviluppo di tematiche di Technology & Business Innovation che vanno dall’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale generativa al digital human passando per il metaverso e il design thinking; oltre al lavoro congiunto su studi e ricerche, che potranno concretizzarsi nell’attribuzione di tesi di laurea e borse di studio.

“Convinti che per fare innovazione tecnologica con l’AI sia necessario coniugare le conoscenze di dominio e i saperi umanistici con le competenze tecnologiche – dice Guido Di Fraia, founder e presidente di Iulm AI Lab e prorettore all’Innovazione e all’Intelligenza Artificiale dell’Università Iulm -, la collaborazione con Ntt Data rappresenta un tassello fondamentale nella rete di relazioni del laboratorio, che ha come obiettivo quello di aiutare le imprese a sviluppare soluzioni disegnate sui reali bisogni degli utenti e generare cultura dell’innovazione a vari livelli”.

“Questa partnership nasce perché siamo convinti che l’innovazione abbia origine da quella che noi chiamiamo ‘antidisciplinarietà’, ossia dalla condivisione di idee da parte di esperti provenienti da ambiti diversi, che crea sempre sinergie virtuose – dice Pietro Scarpino, Head of Advanced Technologies di Ntt Data Italia e responsabile dell’Innovation Center Europeo -. Abbiamo scelto la Iulm perché siamo convinti che la tecnologia possa imparare molto, ma anche dare molto ad ambiti come quello umanistico”.

La borsa di studio per studentesse Stem

È online il bando per la candidatura alla quinta edizione di “Amazon Women in Innovation”, il progetto delle borse di studio finanziato da Amazon e rivolto alle giovani studentesse universitarie in ambito Stem iscritte al Politecnico di Torino.

La borsa di studio, della durata di 3 anni, consiste in un finanziamento di 6mila euro l’anno a una studentessa dell’Ateneo di Torino. Amazon metterà inoltre a disposizione della vincitrice una mentor, ossia una manager di Amazon che possa aiutarla a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro.

Come si partecipa al bando

Per concorrere, le candidate devono aver effettuato la prima immatricolazione al sistema universitario italiano nell’a.a. 2022/2023 al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica oppure al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (Computer Engineering) presso il Politecnico di Torino, aver conseguito almeno 20 CFU, utili al conseguimento del titolo, alla data del 25/02/2023 e aver riportato una media pesata di almeno 24/30.

“In una società che vede sempre più aggravarsi le disuguaglianze sociali – dice Claudia De Giorgi, vice rettrice per la Qualità, il Welfare e le Pari Opportunità del Politecnico di Torino – il Politecnico porta avanti programmi di studio per supportare ed incoraggiare le ragazze affinché possano soddisfare la propria ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia”.

“Con il progetto ‘Amazon Women in Innovation’ vogliamo supportare e accompagnare concretamente le giovani donne ad acquisire le giuste competenze nelle discipline Stem per competere ad armi pari nelle loro future esperienze lavorative in questo ambito che ancora oggi è poco accessibile alle ragazze” spiega Mariangela Marseglia, vp e Country Manager di Amazon.it e Amazon.es.

“Amazon Women in Innovation” si inserisce nel programma di “Amazon nella comunità”. Gli atenei coinvolti, oltre al Politecnico di Torino, sono il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, l’Università degli Studi di Cagliari e, da quest’anno, l’Università degli Studi di Palermo e l’Università Federico II di Napoli.

Tiscali ed Edulia per la Scuola 4.0

Tiscali Italia ed edulia, Dal Sapere Treccani, polo edutech dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, hanno avviato una collaborazione commerciale per offrire alle scuole italiane soluzioni per nuovi ambienti di apprendimento, secondo le linee guida Scuola 4.0.

Il Piano Scuola 4.0, adottato dal Ministero dell’Istruzione con uno stanziamento di ben 2 miliardi di euro dei fondi del Pnrr è una straordinaria occasione di innovazione per tutte le scuole del primo e del secondo ciclo e ha come obiettivo la trasformazione digitale della scuola italiana.

In questo contesto nasce la partnership tra Tiscali, la smart Telco del gruppo Tessellis, ed edulia Treccani Scuola, linea di edulia che sviluppa strumenti e contenuti per il mondo della scuola.

Tiscali, supportato da un comitato scientifico costituito da docenti alcuni dei quali di Istituti aderenti alla rete nazionale Senza Zaino, ha infatti ideato una serie di strumenti per un vero e proprio progetto di trasformazione digitale della didattica. Il processo di ibridazione che integra tre dimensioni della didattica stessa – fisica, digitale e relazionale – rende immersiva l’esperienza di apprendimento degli studenti e potenzia l’efficacia dell’attività di insegnamento, favorendo fra le altre cose la creazione di laboratori per le professioni del futuro.

Tale progetto si avvale della fondamentale collaborazione di edulia Treccani Scuola, che mette a disposizione una biblioteca digitale con migliaia di contenuti di qualità del mondo Treccani, inclusi all’interno del nuovo ambiente di apprendimento proposto da Tiscali.

Grazie agli strumenti proposti da Tiscali ed edulia Treccani Scuola, gli Istituti scolastici potranno dunque sviluppare metodologie didattiche innovative e ampiamente personalizzabili e contribuire attivamente alla costruzione della scuola di domani.

WHITEPAPER
Esplora il Metaverso: l'AI rivoluziona il marketing esperienziale. Scopri di più nella nostra guida!
Martech
E-Learning
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2