COMPETENZE

Data analyst e insurtech specialist, l’Italia fa il pieno di academy

Riflettori puntati anche su esperti di marketing digitale, su sviluppatori software ed esperti cyber. Nel nostro Paese in forte aumento le iniziative per la formazione dedicate a giovani e dipendenti aziendali

20 Set 2022

Domenico Aliperto

Crescono in Italia i programmi di formazione che puntano a sviluppare competenze analitiche e digitali tra i giovani e tra i dipendenti aziendali. In fermento soprattutto gli ambiti dell’insurtech e del digital sales & marketing.

Il Talent Program di Allianz

Allianz per esempio ha presentato la nuova edizione del suo Talent Program in Finance, Insurance and New Technologies. L’iniziativa giunge alla sua quarta edizione e prevede nel 2022-2024 la partecipazione di venti giovani di talento al Master universitario di secondo livello in Finance, Insurance and New Technology della durata di due anni – realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano e Cefriel – e contemporaneamente la loro assunzione in azienda con contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca.

WHITEPAPER
Computer quantistico: i player principali e quanto conta nel business

L’obiettivo del Master è sviluppare competenze approfondite per operare in diversi ambiti finanziari e assicurativi, acquisendo la conoscenza del mercato, della regolamentazione e delle nuove tecnologie che sono entrate in maniera disruptive nei settori assicurativo e finanziario. I giovani selezionati potranno integrare lo studio all’attività lavorativa in azienda, affiancandosi ai colleghi esperti di Allianz o di Allianz Bank Fa, verificando così sul campo le conoscenze sviluppate nel Master grazie all’acquisizione di un metodo scientifico di apprendimento e innovazione che sarà utile nel loro intero arco di vita professionale.

Allianz lancia contemporaneamente un’ulteriore iniziativa: la costituzione di Allianz Alumni Italia, la community che associa i dipendenti che negli anni hanno frequentato un Master finanziato da Allianz, anche in fasi diverse della loro vita lavorativa, da neoassunti a professional con esperienza, in più istituti universitari e business school. L’obiettivo è creare un network e offrire opportunità anche informali di reverse mentoring per lo scambio di esperienze e il confronto anche intergenerazionale.

La prima Digital Factory di Zurich Italia

Sempre sul fronte Insurtech, Zurich ha avviato la prima Digital Factory del progetto Generation4Zurich, nato dalla collaborazione tra Zurich Italia e Generation Italy, fondazione no-profit creata da McKinsey & Company. Il percorso formativo per diventare data analyst, rivolto ai giovani di tutta Italia tra i 18 e i 29 anni, avrà inizio il 12 ottobre e si articola su 18 settimane, 650 ore di studio e un impegno full time dal lunedì al venerdì. L’iscrizione non richiede alcun titolo di studio specifico o competenze pregresse, solo impegno e motivazione. Per partecipare basterà superare un test di selezione disponibile sul sito di Generation Italy e un colloquio con lo staff Generation; si potrà quindi accedere a un percorso di formazione gratuita, che accompagnerà i 25 partecipanti nel mondo della data analysis.

Il corso verrà erogato in modalità ibrida: in parte si terrà presso la sede milanese di Zurich, in parte si svolgerà online. Tutti i partecipanti che porteranno a termine il percorso formativo avranno l’opportunità di sostenere un colloquio di lavoro con la compagnia assicurativa, ai fini di un loro inserimento professionale.

Salesforce punta sui nuovi sviluppatori di software

Oltre che con Zurich, Generation Italy ha avviato una collaborazione anche con Salesforce, e in qualità di Salesforce Authorised Training Provider in Italia, ha sviluppato e lanciato il corso per “sviluppatori software Salesforce”, un iter di formazione della durata di 14 settimane. Full time, dal lunedì al venerdì, il corso non richiede alcuna esperienza pregressa, ma solo la volontà di avviare una carriera professionale in questo ambito, dimostrabile superando un test d’ingresso e un incontro conoscitivo con lo staff Generation. Al termine è garantito un colloquio di lavoro con aziende alla ricerca di questo tipo di professionalità. L’obiettivo di Salesforce, il cui ecosistema entro il 2026 creerà 36 mila nuovi posti di lavoro, è quello di colmare il gap tra la domanda e l’offerta di competenze specialistiche.

E Linkedin mette a disposizione i suoi corsi di digital marketing

Linkedin infine, presentando l’analisi intitolata Skills Evolution (che evidenzia il modo in cui sono cambiate le competenze dei professionisti del marketing a livello globale dal 2015 e quali sono gli skill necessari per avere successo oggi), ha comunicato che renderà disponibili i corsi di LinkedIn Learning relativi alle competenze più richieste, accessibili gratuitamente fino al 30 settembre 2022. Parliamo nello specifico di Digital Marketing, Social Media Marketing e Search Engine Optimisation, tra i principali skill richiesti ai professionisti del settore.

La sfida cyber della Regione Lazio

Apre le porte per il primo corso nella sede Wegil di Trastevere l’Accademia della cybersicurezza Lazio. Ad illustrare i contenuti dei 2 bandi per la selezione di studenti e docenti che vogliono entrare a far parte della Scuola di alta formazione dedicata alla sicurezza informatica, pubblica e gratuita, realizzata grazie all’accordo tra la regione Lazio e l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, il presidente della Regione Nicola Zingaretti.

Il primo bando riguarda l’ingresso di 20 studenti sotto i 25 anni, diplomati o con qualifica di livello EQF4, disoccupati o inoccupati, che potranno frequentare un percorso formativo per cybersecurity technician, che prevede inoltre un tirocinio curriculare di 150 ore presso enti pubblici o privati. Gli studenti al termine del corso, sosterranno un esame per l’ottenimento del certificato di qualificazione professionale di livello EQF 5, rilasciato dalla regione.

Il secondo bando è invece relativo alla manifestazione d’interesse per la creazione di un elenco di docenti che LazioCrea, in qualità di ente gestore, potra’ inserire nell’organico dell’Accademia. I 2 bandi chiudono il 10 ottobre ed è possibile iscriversi al link App.regione.lazio.it/acl. Per il 2023 sono previsti ulteriori percorsi formativi, al fine di allargare il ventaglio delle proposte dell’Accademia e formare ulteriori figure professionali, quali cybersecurity risk manager, cybersecurity architect e cyber threat intelligence specialist. Obiettivo è infatti quello di portare a 80 il numero dei posti disponibili per gli studenti interessati.

L’EY startup academy

Parte ufficialmente l’EY Startup Academy 2022: selezionate le dieci realtà che parteciperanno al programma di EY, sviluppato in collaborazione con Microsoft Italia, dedicato alle giovani startup italiane attente ai temi di sostenibilità sociale e ambientale.

In soli due mesi dall’apertura della call, oltre 100 startup italiane si sono candidate per poter partecipare a questo innovativo programma e, a seguito di una giornata di pitch con le 20 realtà più promettenti secondo una speciale giuria composta da Microsoft Italia, Plug and Play, InnovUp, Italian Tech Alliance, Startup Geeks, Impact Hub, Aurora Fellows e la Fondazione Talento all’Opera, sono state decretate le dieci startup che potranno partecipare all’EY Startup Academy: Nantoo, Circuarity Srl, Appcycled Srl, Cents Srl, CompareTech Srl, 10EF Srl, Simplifai Ted Srl, Eoliann Srl, Vlab Srl, Tino Mobility Srl.

A partire dal prossimo 28 settembre e fino al 28 ottobre, l’EY Startup Academy accompagnerà le startup selezionate in un percorso di 5 settimane durante le quali avranno l’opportunità unica di sviluppare e accelerare i propri modelli di business e le proprie competenze attraverso il supporto e i consigli degli esperti di EY e Microsoft Italia. Potranno partecipare in maniera totalmente gratuita a un ricco programma formativo orientato allo sviluppo delle competenze, su temi quali il Business Model, l’organizzazione interna, il public speaking, la finanza, la raccolta fondi e le relazioni con gli investitori, con l’obiettivo di acquisire le competenze essenziali per la gestione aziendale e crescere in termini di hard e soft skills, grazie ad attività di business coaching e con il supporto tecnico logistico della rete EY. Microsoft Italia metterà inoltre a disposizione delle start-up selezionate le proprie competenze ed expertise per attività di mentorship, workshop e training sugli strumenti digitali e, infine, la possibilità di accedere alle certificazioni Microsoft.

Al termine del programma, la giuria selezionerà una startup che si sarà maggiormente distinta per la capacità di implementazione della propria idea iniziale, grazie alla formazione acquisita durante l’Academy. A questa startup verrà riconosciuto un premio in denaro da parte di EY, un supporto da parte dei consulenti di EY in ambito strategico ed operativo, l’accesso all’ecosistema EY per le startup, che include numerose opportunità di networking con investitori, aziende, fondatori di successo e altre startup.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4