Digital transformation, il Cim 4.0 "sforna" i primi 24 diplomati - CorCom

FORMAZIONE

Digital transformation, il Cim 4.0 “sforna” i primi 24 diplomati

L’academy del competence center torinese chiude il primo ciclo per l’upskilling e il reskilling per i lavoratori di tutta Italia. 350 ore distribuite su 5 mesi tra attività d’aula e laboratori

28 Mag 2021

A. S.

La CIM4.0 Academy, percorso di alta formazione del Competence Center CIM.40 costituito da Politecnico e Università di Torino con 23 partner industriali, “sforna” i primi 24 diplomati in digital transformation. Il progetto è dedicato a tutti i lavoratori, compresi coloro in fase di ricollocamento, con l’obiettivo di formare figure in grado di guidare e gestire la trasformazione digitale delle imprese.

I corsi erano iniziati a novembre 2020, e da allora presso l’academy si sono svolte 350 ore di alta formazione suddivisa tra aula, in presenza sino a quando si è potuto e poi, causa pandemia, in modalità virtuale, e laboratori, sulle due linee pilota del Cim e nei centri di eccellenza tecnologici delle imprese consorziate.

La prima classe, si legge in una nota, è stata composta da lavoratori e lavoratrici provenienti principalmente dall’industria meccanica e dai servizi, accompagnati nel loro viaggio formativo da 42 Technical Fellow, 28 Docenti Universitari, Tutor dedicati ai singoli partecipanti e 5 Mentor Aziendali. Cinque mesi dedicati all’upskilling e al reskilling in ottica 4.0 di professionisti senior ma anche di 5 borsisti di cui 2 hanno già trovato una nuova occupazione. All’interno del programma formativo “intensive”, concentrato sul linguaggio, sulla conoscenza tecnologica e sull’applicazione, le ore laboratoriali sono state finalizzate a realizzare 5 progetti d’innovazione, sperimentabili direttamente nelle aziende coinvolte: Avio-Aero; Stellantis e Mista, Pmi specializzata nella componentistica industriale.

“In un periodo come quello attuale, possedere le skill giuste per supportare strategicamente e operativamente le imprese nel loro processo di trasformazione digitale risulta fondamentale non solo in un’ottica di crescita industriale sostenibile ma anche in termini di competitività internazionale – afferma Luca Iuliano, presidente di CIM4.0 – Grazie a CIM4.0 Academy qualunque lavoratore, anche chi è in fase di ricollocamento, può formarsi adeguatamente, in modo teorico e pratico, per poter guidare aziende piccole e grandi nella sfida cruciale della transizione digitale. Oggi 24 persone sono pronte per generare valore industriale. Ma non ci fermiamo qui: nelle prossime settimane partirà una nuova classe della nostra Academy, un modello unico nel panorama nazionale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5