Digital transformation, le e-skill sono il collo di bottiglia - CorCom

LO STUDIO

Digital transformation, le e-skill sono il collo di bottiglia

Indagine Sap: nel 64% delle imprese non ci sono le competenze necessarie per sostenere il cambiamento. Solo il 16% degli executive ha messo in campo programmi dedicati. “Investire nelle risorse umane non è mai stato così importante”

25 Lug 2017

F.Me

Digital transformation, aziende a metà del guado. Secondo un’indagine Sap, in collaborazione con la Technical University di Monaco, le imprese la molto importante, ma non hanno ancora definito una strategia per dotare i propri dipendenti delle competenze necessarie per un’appropriata alfabetizzazione digitale.

Nel 2015 il 53% ammetteva che i dipendenti non avessero le competenze necessarie per una trasformazione digitale di successo, percentuale che nel 2017 è aumentata al 64%. Il motivo? La crescente velocità dell’innovazione tecnologica e la consolidata consapevolezza dell’importanza della trasformazione digitale per il futuro delle imprese. Nel corso del tempo, inoltre, gli executive possono avere sviluppato una migliore comprensione delle competenze di cui la propria azienda ha bisogno e delle capacità disponibili internamente.

Sebbene il 90% degli intervistati consideri la digital transformation un fattore determinante per la strategia globale della propria azienda, lo sviluppo di competenze mirate è una rarità. Solo il 16% degli intervistati aveva istituito un programma dedicato di recruiting o di formazione per costruire la base di competenze necessaria per formare il futuro digitale della propria azienda. C’è ora ampio accordo tra i rispondenti per quanto riguarda i set degli skill digitali necessari. Per massimizzare il potenziale di business della digitalizzazione, le aziende devono collaborare con i dipendenti per infondere le conoscenze e le competenze necessarie per una transizione indolore.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

“Il talento digitale sta minacciando di diventare il collo di bottiglia maggiore nella digitalizzazione delle organizzazioni. Il deficit di competenze digitali è ancora tra le barriere più alte per la digital transformation – spiega Bernd Welz, executive vice president and chief knowledge officer, Products and Innovation di Sap – Investire nell’educazione e nelle competenze dei dipendenti non è mai stato così importante, poiché lo sviluppo dell’alfabetizzazione digitale nella forza lavoro consentirà alle imprese un percorso senza interruzioni verso la digital transformation”.

In collaborazione con il Centro Europeo di Ricerca per i Sistemi Informativi (Ercis), Sap sta conducendo uno studio per identificare le best practice che le aziende possono seguire per sviluppare le competenze necessarie per una trasformazione digitale di successo. Un piano strutturato di recruiting e sviluppo delle conoscenze basato su un’analisi dei bisogni di apprendimento è stato identificato come un fattore chiave per aumentare la capacità dei dipendenti di coprire nuovi ruoli in azienda e crescere professionalmente. Il piano prevede attività per formare una cultura di crescita all’interno delle aziende indirizzata all’apprendimento continuo, collaborativo e autogestito con l’aiuto di un sistema integrato di gestione dell’apprendimento. I dettagli sul modello di maturità e sulle best practice identificati verranno pubblicati presto.