Enel lancia Re-Generation: competenze digitali per gli over-50 - CorCom

FORMAZIONE

Enel lancia Re-Generation: competenze digitali per gli over-50

In collaborazione con UniNettuno. Il programma si basa su brevi percorsi in e-learning destinati ai dipendenti e si concentra sui temi dell’innovazione tecnologica. “La digitalizzazione è tra le leve fondamentali per la transizione energetica”, sottolinea l’azienda italiana

09 Mar 2021

Patrizia Licata

giornalista

Enel Italia e Università Telematica Internazionale UniNettuno hanno avviato il progetto Re-Generation per offrire opportunità di aggiornamento professionale e formazione accademica ai dipendenti dell’azienda energetica sui temi dell’innovazione tecnologica e della digitalizzazione.

L’iniziativa che potenzia le competenze digitali in azienda è rivolta ai dipendenti Enel over 50, che potranno studiare online sulla piattaforma di e-learning dell’ateneo digitale scegliendo il proprio programma da una selezione di 13 corsi raccolti in tre aree scientifiche di alto valore strategico: Digital economy, Diritto nella società digitale, It e Nuove tecnologie. I corsi entreranno a far parte inoltre nel curriculum formativo del dipendente all’interno della piattaforma dedicata e-Ducation di Enel.

Collaborazione virtuosa tra università e azienda

La digitalizzazione”, commenta Massimo Bruno, Responsabile People and Organization Italia di Enel, “è una delle leve fondamentali per la transizione energetica in corso ed è al centro della strategia del gruppo. Con questo progetto vogliamo offrire l’opportunità alle persone che lavorano in Enel di arricchire il proprio bagaglio culturale e integrare la propria esperienza con nuove competenze sempre più utili, ampliando anche il loro ventaglio di opportunità professionali”.

Digital event 23 giugno
Forum PA > PA smart: attori, processi e strumenti per un lavoro pubblico realmente “agile”
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

“Questo progetto è di grande valore”, commenta Maria Amata Garito, Rettore dell’Università UniNettuno, “perché rappresenta un modello virtuoso di collaborazione tra università e azienda; da una parte un’azienda come Enel che ha sempre dato valore all’innovazione e dall’altra una Università come UniNettuno che sin dalla sua nascita ha rivoluzionato i modi di insegnare ed apprendere su Internet e ha ridisegnato i curricula di studio inserendo nuovi corsi di laurea e nuove materie indirizzate alle tematiche legate all’Innovazione tecnologica. Questa combinazione permette di offrire ai nostri studenti ed ai professionisti di acquisire conoscenze e competenze necessarie per vivere con successo la società digitale del XXI secolo”. 

Modalità di formazione “agile”

Le videolezioni saranno a cura di docenti ed esperti provenienti dalle migliori Università italiane, dai centri di ricerca e dalle eccellenze del mondo professionale di riferimento; lo studio sarà integrato con materiali didattici multimediali, laboratori virtuali, esercitazioni online e classi interattive accompagnati da un tutor-docente durante tutto il percorso fino all’esame finale.

L’iniziativa è progettata dando la massima attenzione al work-life balance, in linea con il più ampio impegno di Enel per armonizzare vita e lavoro attraverso un’organizzazione “agile” e l’introduzione di servizi, azioni e buone pratiche. I corsi, offerti interamente da Enel, si possono frequentare online durante l’orario di lavoro; le videolezioni possono essere viste liberamente, anche in altri orari, secondo le proprie esigenze; trattano tematiche innovative, al passo con le esigenze del contesto lavorativo odierno, e sono di breve durata.

La proposta formativa avverrà infatti attraverso gli innovativi “Short Learning Program” (Slp) sviluppati da UniNettuno insieme a Eadtu – European association of distance teaching universities nel contesto del progetto ESlp con le più importanti università d’Europa e la Commissione europea.

Gli Short Learning Program

Gli Slp sono programmi accademici brevi che forniscono una soluzione rapida e flessibile per la riqualificazione e l’aggiornamento professionale, in un framework accademico e di riconoscimento internazionale attraverso l’aderenza agli standard europei Ects (European credits transformation system) e Eqf (European qualification framework). Alla fine del percorso di studio i partecipanti otterranno Crediti formativi universitari con lo standard europeo Ects che certificheranno a livello internazionale le competenze e le conoscenze acquisite.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3