Fondo Nuove Competenze, parte il progetto NexTim - CorCom

FORMAZIONE

Fondo Nuove Competenze, parte il progetto NexTim

Anpal ha approvato il programma di aggiornamento di Tim per il 2021. Al via cento corsi che avranno anche l’obiettivo di facilitare lo sviluppo di soluzioni e servizi indirizzati a cittadini, imprese e PA

09 Dic 2020

Domenico Aliperto

L’Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro (Anpal) ha approvato, nell’ambito del Fondo Nuove Competenze, il progetto ‘NexTim’, organizzato da Tim per il 2021. È la stessa telco a comunicarlo, sottolineando l’impegno costante negli investimenti sulla formazione come leva di aggiornamento delle professionalità e arricchimento delle competenze disponibili sul mercato del lavoro. “Ora che la trasformazione digitale è avviata, Tim farà leva ancora una volta sulla formazione di qualità per diffondere la conoscenza e l’utilizzo delle nuove tecnologie”, si legge in una nota. L’obiettivo è anche facilitare lo sviluppo di soluzioni e servizi da mettere a disposizione dei cittadini nella scuola, sul lavoro, nel mondo delle imprese, nell’intrattenimento e nei rapporti tra le persone e la Pubblica Amministrazione.

Il progetto, articolato in cento corsi di formazione, partirà domani 10 dicembre. “Questa iniziativa è stata resa possibile grazie all’intervento dell’innovativo Fondo Nuove Competenze che investe sul capitale umano delle imprese italiane”, commenta Luciano Sale, Direttore Risorse Umane di Tim. “Attraverso un consolidato modello di relazioni industriali, orientato da sempre ad accompagnare la trasformazione del lavoro, e grazie ad un iter di approvazione molto veloce da parte delle istituzioni, riusciamo a dare in tempi immediati una risposta concreta alle nostre persone rispetto al ruolo centrale che riveste la formazione”.

Lo stato dell’arte del Fondo Nuove Competenze

Il Fondo Nuove Competenze si rivolge ai datori di lavoro privati che stipulino accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro dei propri lavoratori, per mutate esigenze organizzative e produttive o per favorire percorsi di ricollocazione. La rimodulazione dell’orario di lavoro deve essere finalizzata ad appositi percorsi di sviluppo delle competenze del lavoratore. Il Fondo remunera il costo del personale relativo alle ore di frequenza dei percorsi formativi stabiliti dagli accordi collettivi.

360digitalskill
Accresci le tue competenze digitali: crea il percorso per te e il tuo team
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

A circa un mese dal suo avvio, il Fondo Nuove Competenze, creato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, e gestito da Anpal, ha coinvolto 46 mila lavoratori per un totale di 4 milioni e 166 mila ore di formazione. Sull’intero territorio nazionale le istanze approvate sono ad oggi 19.

“La positiva risposta delle aziende al Fondo Nuove Competenze”, dice Catalfo, “conferma la necessità di un investimento forte in politiche attive. Azioni come questa, che puntano sul capitale umano, sono la leva per costruire il mercato del lavoro del futuro”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5