“Legalità e merito nelle scuole”: da Inwit due borse di studio per la Luiss - CorCom

IL PROGETTO

“Legalità e merito nelle scuole”: da Inwit due borse di studio per la Luiss

La tower company main partner del progetto dell’ateneo con 22 istituti superiori e tre carcerari minorili. La vice presidente dell’Università, Paola Severino: “Vogliamo incoraggiare i giovani meno fortunati a reagire e a pensare con fiducia al proprio futuro”

17 Feb 2021

Due borse di studio per l’iscrizione e la frequenza di un percorso triennale e magistrale a ciclo unico in Luiss: a metterle a disposizione è Inwit, la principale tower company italiana, mai partner del progetto “Legalità e Merito nelle scuole” promosso dall’università Luiss Guido Carli. Ai due grant riconosciuti da Inwit si vanno poi ad aggiungere le 23 scholarship già previste dal progetto, giunto alla quarta edizione, due per la scuola vincitrice, e una per ogni altra, che hanno l’obiettivo di consentire ad altrettanti giovanissimi la partecipazione alla prossima Summer School organizzata dall’Università.

Il principio guida che ha sostenuto l’impegno di Inwit nel progetto è quello di dare sostegno al merito con borse di studio destinate a ragazze e ragazzi provenienti dalle aree critiche del Paese, che li aiutino a guardare con fiducia al proprio futuro. Ma il progetto “Legalità e merito nelle scuole” prevede anche incontri virtuali tra oltre 140 studenti universitari e liceali di tutta Italia per diffondere la cultura della legalità.

Il progetto è nato e si è sviluppato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il supporto del Ministero della Giustizia, del Consiglio Superiore della Magistratura (Csm), dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) e della Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo (Dna).

Oltre agli allievi e ai docenti dei 22 istituti della scuola secondaria di secondo grado selezionati dal Ministero dell’Istruzione, al progetto prenderanno parte anche tre istituti carcerari minorili, quelli di Milano, Firenze e Catania.

La partecipazione è aperta a tutti gli studenti Luiss che, spiega l’ateneo in una nota, anche quest’anno hanno risposto con grande interesse all’iniziativa. Un team di 140 Ambassadors Luiss darà vita a una serie di laboratori per diffondere tra i giovanissimi la cultura della legalità in tutte le sue declinazioni: dalla cittadinanza attiva all’immigrazione, dal contrasto alla corruzione alla lotta alle mafie.

“Il Progetto Legalità e Merito è un’iniziativa che vede la Luiss in prima linea. Il rispetto delle regole, l’attenzione alla lotta alla corruzione, rappresentano valori fondamentali sui quali vogliamo sensibilizzare dall’inizio gli studenti – afferma Paola Severino, Vicepresidente dell’Università – Questo Progetto vuole incoraggiare i giovani meno fortunati a reagire e a pensare con fiducia al proprio futuro.  Nessun traguardo è impossibile da raggiungere, ma la strada per la realizzazione di progetti, sogni, aspirazioni, è faticosa e richiede ogni giorno studio, impegno e lavoro”.

“Siamo orgogliosi di poter contribuire concretamente al progetto Legalità e Merito della Luiss – aggiunge Giovanni Ferigo, amministratore delegato di Inwit – Con questo ulteriore passo siamo ora di nuovo insieme in prima linea rafforzando la partnership tra la nostra azienda e uno degli atenei più importanti in Italia. I valori della legalità e del merito sono da sempre elementi imprescindibili e fondamentali del nostro modello di business. Un’attenzione e una sensibilità che ci è stata riconosciuta anche dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con il recente conferimento del rating di legalità.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA