Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SKILL & JOB

Virtual reality in azienda, così si innova la formazione

Ups lancia a settembre un programma di training dedicato ai futuri addetti alle consegne. Un visore simulerà a 360 gradi ostacoli e rischi più diffusi nello svolgimento dell’attività. Prossimo step, gli autisti degli autoarticolati

28 Ago 2017

La realtà virtuale si trasforma in leva per l’innovazione nella formazione e training. Succede a Ups, multinazionale della logistica, che annuncia l’utilizzo dei visori per la realtà virtuale per insegnare ai futuri driver addetti alle consegne come individuare e identificare i pericoli della strada, simulando quindi in maniera vivida l’esperienza di guida lungo le strade cittadine e rendendo la lezione in classe più incisiva.

Ups inizierà a introdurre il training basato sulla realtà virtuale a settembre presso i nove centri di formazione Ups Integrad.

Gli esperti IT del gruppo hanno elaborato una serie di contenuti ad hoc che diventano visibili utilizzando i visori VR (come ad esempio gli Htc Vive). Questi “moduli” prevedono che gli utenti identifichino verbalmente i potenziali pericoli presenti sulla strada: pedoni, automobili parcheggiate o veicoli che sopraggiungono nella corsia opposta.

Il visore offre un’esperienza visiva a 360 gradi. “Grazie alla realtà virtuale, la formazione degli autisti in materia di sicurezza potrà compiere un grande salto tecnologico – dice Juan Perez, chief information e engineering officer di Ups -. La realtà virtuale crea scenari stradali iperrealistici che lasceranno a bocca aperta persino gli autisti più giovani che hanno già sperimentato questa tecnologia in applicazione ai video giochi”.

I moduli di formazione VR sostituiscono i dispositivi touchscreen che i centri Ups Integrad impiegano attualmente nelle lezioni sui pericoli della strada. Ad oggi la formazione VR si rivolge soltanto a coloro che guidano i furgoni per la consegna dei pacchi. Ups sta tuttavia considerando le possibilità offerte dalla realtà virtuale e persino dalla realtà aumentata per formare gli autisti degli autoarticolati o eseguire altri compiti durante le attività svolte.

I centri Ups Intregrad insegnano agli allievi i principi della guida dei veicoli per le consegne e la relativa gestione dei pacchi. Gli allievi si esercitano persino a guidare i furgoni Ups in una città ricostruita in esterna, con vie e marciapiedi reali e punti di consegna e ritiro simulati.

“La formazione è fondamentale e la realtà virtuale ci permette di renderla più concreta – dice Jeanne Lawrence, Integrad expansion director di Ups -. La realtà virtuale integra la formazione offerta nel mondo reale, facendo sì che i collaboratori si sentano pienamente coinvolti nel percorso formativo di Ups Integrad”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
formazione
R
realtà virtuale
U
ups