Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CAMBI AL VERTICE

Corazza alla guida della Fondazione Marconi

Il docente di Tlc all’Università di Bologna ed ex presidente del Consorzio Cineca eredita il timone da Falciasecca, da 20 anni a capo dell’associazione. Nel nuovo Consiglio direttivo Gianluca Mazzini in rappresentanza degli enti locali, Federico Lorenzini per il Mibac e Stefano Possati del Gruppo emiliano-romagnolo dei Cavalieri del Lavoro

28 Ago 2019

Carlo Salatino

Cambio al vertice della Fondazione Marconi. Dopo oltre 20 anni di presidenza da parte del professor Gabriele Falciasecca, con nomina del Ministro per i Beni e le Attività Culturali, il 9 agosto il testimone è passato al professor Giovanni Emanuele Corazza, ordinario di Telecomunicazioni presso l’ateneo Bolognese, ex presidente del Consorzio Interuniversitario Cineca, fondatore del Marconi Institute for Creativity nonché membro del Board della Marconi Society.

Al fianco di Corazza, all’interno del nuovo Consiglio Direttivo dell’associazione che ha sede presso Villa Griffone a Sasso Marconi, dove si trova anche il Museo Marconi, siederanno il Rettore dell’Università di Bologna, il professor Gianluca Mazzini in rappresentanza degli enti locali, Federico Lorenzini in rappresentanza del Mibac e Stefano Possati in rappresentanza del Gruppo emiliano-romagnolo dei Cavalieri del Lavoro.

“La Fondazione Marconi – ha dichiarato Corazza – ha il potenziale per svolgere un ruolo di rilievo a livello nazionale ed internazionale, incorporando aspetti di storia della tecnologia e ricerca scientifica e consentendo proiezioni al futuro dei principi del pensiero inventivo. La figura del grande inventore può infatti diventare fonte di ispirazione per le nuove generazioni, in un’epoca storica dove la creatività diventerà sempre più la nostra caratteristica fondamentale nella collaborazione tra l’uomo e la macchina”.

La nuova presidenza si apre, dunque, nel segno della continuità storica della tradizione marconiana coniugata ai nuovi trend sul ruolo sempre più importante della creatività nei processi di governance dell’innovazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
fondazione marconi

Approfondimenti

F
fondazione marconi

Articolo 1 di 5