Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PRIMO PIANO

La sfida di Amazon: 1.000 nuove assunzioni in Italia

L’azienda annuncia che entro l’anno i dipendenti a tempo indeterminato passeranno da 5.500 a oltre 6.500. Nuovi posti di lavoro in tutte le 20 sedi operative sul territorio. La ceo Marseglia: “Ma siamo ancora al Day 1, pronti a moltiplicare il nostro impegno a innovare per i clienti e le pmi”

02 Lug 2019

Mila Fiordalisi

Direttore

Oltre 1.000 posti di lavoro in Italia: questo l’obiettivo che Amazon ha annunciato entro la fine dell’anno. Obiettivo che punta a far crescere il numero dei dipendenti a tempo indeterminato nel nostro Paese da 5.500 a oltre 6.500 coinvolgendo le oltre 20 sedi operative sul territorio nazionale. Dagli ingegneri agli sviluppatori di software, dagli operatori di magazzino agli esperti di marketing, fino a coloro che sono alla ricerca della prima esperienza lavorativa: molti i ruoli disponibili anche nel nuovo centro di distribuzione appena battezzato a Torrazza Piemonte, in provincia di Torino. E ulteriori posizioni saranno disponibili presso i centri di distribuzione già esistenti di Castel San Giovanni (Pc), Passo Corese (Ri) e Vercelli, presso il centro di smistamento di Casirate d’Adda (Bg), il customer service di Cagliari, nei depositi di smistamento distribuiti in tutto il Paese e nel centro direzionale di Milano.

“I nostri investimenti in Italia stanno crescendo rapidamente e siamo entusiasti di poter creare nuovi posti di lavoro in tutto il Paese – sottolinea Mariangela Marseglia, Country Manager Amazon Italia e Spagna -. I 1.000 nuovi colleghi ci supporteranno per migliorare ulteriormente l’esperienza dei nostri clienti offrendo una selezione più ampia, maggiore convenienza e consegne più veloci sia per i prodotti venduti direttamente da Amazon, sia per quelli venduti dalle migliaia di Pmi italiane e dagli artigiani che si affidano ad Amazon per espandere le proprie vendite in Italia e all’estero. Per raggiungere questi obiettivi, siamo impegnati a investire in un’infrastruttura logistica sempre più ampia, e a trovare talenti per le nostre diverse aree di business, inclusa la ricerca e sviluppo. Sappiamo di essere ancora al Day 1 e questo ci porta a moltiplicare il nostro impegno a innovare per i clienti e le piccole e medie imprese italiane”.

Le posizioni aperte in Aws

Anche Amazon Web Services (Aws) contribuirà alla crescita dei ruoli corporate nel 2019 – si legge in una nota dell’azienda – “e sarà motore di un ulteriore sviluppo nel 2020, quando una nuova regione verrà aperta in Italia”. Tra le posizioni disponibili in Aws ci sono account managers, business development managers, data center technicians, partner development managers, solutions architects, software development engineers, support engineers, systems development engineers e molte altre. La nuova regione di Aws consentirà ai clienti italiani di gestire le applicazioni e archiviare dati in Italia, offrendo agli utenti finali i propri servizi con una latenza ancora più bassa.

Raddoppio dei dipendenti nel Centro di Sviluppo di Torino

Amazon ha annunciato di voler raddoppiare il numero di dipendenti del Centro di Sviluppo italiano di Torino che ospita professionisti focalizzati sulla ricerca sul riconoscimento vocale e la comprensione del linguaggio naturale per Alexa, il servizio vocale di Amazon basato sul cloud a supporto dei dispositivi Amazon Echo, Amazon Fire TV e dei tablet Amazon Fire.

Logistica: i nuovi centri al via

Dopo l’apertura di tre nuovi depositi di smistamento a Buccinasco (Milano), Burago (Monza e Brianza) e Roma Amazon ha appena inaugurato un nuovo centro di distribuzione a Torrazza Piemonte e si prepara a dare il via a nuovi centri di smistamento ad Arzano (Na), Verona e Settecamini (Rm).

“Amazon è impegnata a implementare innovazioni tecnologiche nella propria rete logistica per migliorare il servizio ai clienti italiani e garantire un ambiente di lavoro ottimale per i dipendenti – sottolinea Fred Pattje, Amazon Operations Director per l’Italia, la Spagna e la Francia – Focalizzarsi sull’innovazione è il principio alla base di ogni nuovo servizio e struttura che realizziamo: questo è il motivo per cui Amazon sta cercando talenti nella logistica che cercano nuove sfide e non vogliono smettere mai di imparare”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

M
mariangela marseglia

Aziende

A
amazon
A
amazon web services
A
aws

Approfondimenti

A
amazon

Articolo 1 di 3