LA RICERCA

Lavoro: informatica, IT, tlc e ingegneria nella top ten delle richieste

I dati dell’osservatorio Infojobs: le professioni legate al digitale acquistano rilevanza. Gli annunci sulla piattaforma sono aumentati in un anno del 29%. Filippo Saini: “Ma il 2022 si preannuncia ancora difficile e incerto”

11 Mar 2022

A. S.

Schermata 2022-03-04 alle 13.03.32

Nella top ten delle richieste di personale delle aziende nel 2021 compaiono Informatica, IT e Telecomunicazioni (il 4,6% del totale), e Ingegneria (4,2%): è questa la principale novità che emerge dall’Osservatorio sul mercato del lavoro 2021 di Infojobs, che sottolinea in una nota come un ruolo sempre più fondamentale dell’Ict “richieda come conseguenza risorse professionali maggiormente qualificate”.

In generale, nonostante le emergenze che si sono susseguite nell’arco dell’anno, il 2021 si è chiuso positivamente secondo le rilevazioni basate sull’analisi delle offerte pubblicate in piattaforma per la ricerca di lavoro online dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021: oltre 450mila complessivamente, con un +29% rispetto al 2020, in un trend generalizzato in tutta Italia, senza che ci siano state Regioni che abbiano registrato flessioni.

“Vogliamo interpretare questo risultato come l’espressione di capacità, caparbietà e intraprendenza sia da parte delle aziende che da parte dei candidati, che mai hanno smesso di credere nella ripresa del mercato del lavoro – afferma Filippo Saini, Head of Job di InfoJobs – Pur entrando in un 2022 che si preannuncia ancora difficile e soprattutto incerto, il nostro compito permane quello di facilitare l’incontro tra aziende e candidati, che sono oltre 6,5 milioni, mettendo la nostra expertise digitale al servizio dei bisogni del Paese reale”.

A guidare il gruppo delle Regioni con più offerte di lavoro c’è per il quinto anno consecutivo la Lombardia, con il 31,5% del totale, seguita da Emilia-Romagna (17,2%), Veneto (14,2%), Piemonte (9%) e Toscana (6%). Tra le province in testa c’è Milano, con il 12,2% delle offerte, seguita da Roma e Torino (4,6%) , che precedono Bergamo e Bologna (4,2%), Brescia (4,1%), Verona e Modena (3,2%). Tra i fast mover compaiono infine Firenze, al nono posto con il +27%, e Reggio Emilia al 10° con un +55%.

Le categorie professionali più ricercate mantengono una continuità con i dati 2020, con Operai, Produzione e Qualità in cima alla classifica (25,3%). Poi Acquisti, Logistica e Magazzino (10,2%) e Vendite (8,3%). Al quarto posto Amministrazione, Contabilità e Segreteria (7,8%) e Commercio al Dettaglio, GDO, Retail (7,2%).

Nel 2021 sono state oltre 5mila le aziende che hanno scelto di andare oltre la pubblicazione di un’offerta e cercare un talento attivamente tra i 6,5 milioni di candidati del database d Infojobs. Le ricerche attive hanno superato i 3 milioni (+61,5% rispetto al 2020), così come il numero di cv scelti dalle aziende e scaricati dalla piattaforma, oltre 90mila con un +49,3%. Le categorie professionali più ricercte sono state Operai, Produzione e Qualità (18,3% del totale), Informatica, IT e Telecomunicazioni (8,6%), Amministrazione, Contabilità e Segreteria e Vendite (7,4%), e a chiudere la top five Acquisti, Logistica e Magazzino (5,6%).

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

F
filippo saini

Aziende

I
infojobs

Approfondimenti

I
ict
I
informatica
I
IT
L
lavoro
T
tlc

Articolo 1 di 2