Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Advertising, nel 2010 la ripresa trainata dall’online

Secondo PricewaterhouseCoopers il prossimo anno la pubblicità online e quella sui videogame vedranno un ritmo di crescita quinquennale rispettivamente del 7,7% e del 13,8%

27 Lug 2009

Previsioni al ribasso del 12% rispetto al 2008, quelle sulla
pubblicità contenute nel report “Global Entertainment and Media
Outlook 2009-2013” di PricewaterhouseCoopers.

Gli investimenti pubblicitari globali raggiungeranno i 421 miliardi
di dollari nel 2009, in ribasso di più di dieci punti percentuali
rispetto a solo un anno fa, quando la stessa società vedeva per il
2009 una spesa totale di 479 miliardi di dollari.
A far ben sperare, però, le stime per il prossimo anno. La
ripresa, infatti, secondo PwC, arriverà già a partire dal 2010. A
fare da traino soprattutto i settori online-mobile, nonché
l'advertising sui videogame, che a partire dall'anno
prossimo vedranno un ritmo di crescita quinquennale rispettivamente
del 7,7% e del 13,8%.

Il ciclo negativo si concluderà – dicono dalla
PricewaterhouseCoopers – solo sal 2012, quando si assisterà a
una ripresa generale dell’intero mercato pubblicitario.
In attesa di quel momento la società d’analisi stila una
classifica degli investimenti dal 2009 al 2013. Al primo posto la
Tv, al secondo i giornali e soltanto al terzo Internet che – a
differenza dei primi due settori – nel 2013 vedrà crescere gli
investimenti di sei punti percentuale.

Giù dal podio per l’anno in corso anche la pubblicità
radiofonica, quella sui magazine e la cartellonistica, tutti
settori che nei quattro anni analizzati continueranno a subire un
calo a due cifre degli introiti pubblicitari. Ultimo posto per i
videogame, che promettono, però di ribaltare la classifica nel
2013, quando l’ammontare degli investimenti pubblicitari in
questo settore crescerà del 13%.