Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Al Policlinico Gemelli di Roma un centro di cura per gli Internet addicted

L’ambulatorio gestirà la dipendenza dal Web che determina sintomi simili a quella da alcol o droga

02 Nov 2009

Intere giornate intrappolati nella rete, tra chat e social network,
come Facebook e Msn. Per curare gli Internet addicted è nato a
Roma, al Policlinico Gemelli, un centro di cura ad hoc.
L'ambulatorio, dedicato appunto all'Internet Addiction
Disorder, comincia oggi le attività, all'interno del Day
hospital psichiatrico dell'ospedale. "L'utilizzo
patologico di Internet provoca sintomi fisici molto simili a quelli
manifestati da tossicomani in crisi di astinenza – spiega Federico
Tonioni, psichiatra e coordinatore dell'associazione "La
promessa" che collabora con il centro -. Garantiremo ai nostri
pazienti di contenere quel malessere che per molti durante
l'astinenza dal web si trasforma in ansia, depressione e paura
di perdere il controllo di ciò che accade in internet".
L'ambulatorio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle
13,30 e il protocollo di intervento della cura  si articola in tre
fasi: un colloquio iniziale, incontri successivi per individuare la
psicopatologia sottostante (eventualmente contenuta con
un'appropriata terapia farmacologia) e, infine,
l'inserimento progressivo in gruppi di riabilitazione.