LA POLEMICA

Copyright, Youtube all’attacco: “Direttiva Ue mina l’economia creativa”

Parla il Chief business officer Robert Kyncl: “Internet aperto ha eliminato le barriere dei media tradizionali, dando la possibilità a chiunque con una idea di condividerla e iniziare un business. Questo potrebbe essere a rischio con il voto dell’Europarlamento”. Si infiamma la battaglia alla vigilia dell’appuntamento del 12 settembre

Pubblicato il 07 Set 2018

A. S.

youtube-mobile

Youtube scende in campo contro la direttiva Ue sul copyright, che sarà votata dall’europarlamento il 12 settembre. A prendere la parola in un post sul blog aziendale è Robert Kyncl, Chief business officer di YouTube: “Internet aperto ha eliminato le barriere dei media tradizionali e dato spazio ad una nuova economia creativa, dando la possibilità a chiunque con una idea di condividerla e iniziare un business – afferma – Questo potrebbe essere a rischio con il voto dell’Europarlamento. Le proposte in campo e in particolare l’articolo 13, minano l’economia creativa, scoraggiando le piattaforme a ospitare contenuti generati dagli utenti”.

L’articolo citato dal manager di Youtube prevede che la responsabilità per le violazioni del diritto d’autore i sposti dagli utenti alle piattaforme che ospitano i loro contenuti, obbligandole a riadattare i loro meccanismi di protezione dei contenuti e ad eliminare i contenuti degli utenti su richiesta dei titolari dei diritti.

La piattaforma avrebbe inoltre fatto del proprio meglio per evitare problemi, e per dimostrarlo Kyncl cita i video di Drake, Dua Lipa e Alan Walker: “Creatori e artisti hanno costruito business e sono stati supportati da strumenti di gestione del copyright – spiega –  incluso Content ID e lo strumento lanciato di recente da YouTube che gestisce il ri-caricamento dei contenuti dei creatori”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 2