L’OPERAZIONE

Dazn punta a crescere sui diritti sportivi: nel mirino Eleven Sports

Secondo indiscrezioni trattative in corso per l’acquisizione della società di Andrea Radrizzani, proprietario del Leeds United, che ha i diritti della Formula1 in Polonia, della Champions League e della Premier League in Portogallo e della LegaPro in Italia

13 Lug 2022

Antonello Salerno

dazn

Dazn avrebbe avviato le trattative per l’acquisizione di Eleven Sports, società specializzata nello streaming sportivo in diretta, controllata tramite Aser Ventures dall’italiano Andrea Radrizzani, noto per essere il proprietario e presidente del Leeds United Football Club, gloriosa società calcistica del Regno Unito che oggi milita nella Premier League, il massimo campionato di calcio d’oltremanica. La fondazione di Eleven Sports risale al 2015, quando Radrizzani investì nel progetto una parte dei proventi della vendita a un acquirente cinese dell’agenzia per i diritti sportivi Mp & Silva, che fruttò una cifra vicina al miliardo di dollari.

A pubblicare l’indiscrezione, su cui per il momento Dazn non rilascia commenti, è il Financial Times, secondo cui Dazn, che in Italia detiene ancora per le prossime due stagioni i diritti per la trasmissione dei match di serie A, avrebbe avviato il confronto per il takeover sulla società concorrente, con l’obiettivo di espandere il proprio raggio d’azione in Europa e acquisire nuovi contenuti, aumentando così la propria base di abbonamenti su scala internazionale.

Tra le proprie attività Eleven Sports – ha a fine 2021 ha registrato un fatturato di circa 300 milioni di euro – oltre alla trasmissione in streaming di eventi sportivi in diretta, si occupa della produzione di documentari attraverso Neo Studios e di marketing digitale attraverso la società Team Whistle.

Nel campo dei diritti sportivi la società guidata da Radrizzani ha in portafoglio quelli della Formula 1 per la Polonia, della Uefa Champions League e delle prossime tre stagioni della Premier League per il Portogallo, e quelli per la LegaPro in Italia, dove gestisce anche i diritti per il campionato nazionale di rugby e per le competizioni europee di basket. La società è tra l’altro proprietaria di una tecnologia di streaming dopo il takeover effettuato nel 2020 su MyCujoo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4