PIATTAFORME

Debutta Byte, rinasce da Vine la rivale di TikTok

Già disponibile su Android e iOs la nuova app per la creazione di video virali. Allo studio la possibilità di guadagno per gli utenti

27 Gen 2020

L. O.

Non solo TikTok. Nel mondo delle piattaforme video nasce a sorpresa Byte, erede diretto di Vine, la app per filmati da 6 secondi acquisita da Twitter nel 2012 per 30 milioni di dollari e chiusa nel 2016.

La nuova app è disponibile sia su iOs che su Android dopo aver fatto un periodo di rodaggio in beta. Il co-creatore Dom Hofman scrive su App store che la app “sembrerà sia nuova che familiare”.

Guanto di sfida a TikTok

Per TikTok si tratta di un guanto di sfida: la piattaforma cinese è diventata una delle più popolari mai create e si è aggiudicata la palma fra i ragazzini dopo che Instagram e Snapchat si erano orientati più verso gli adolescenti.

La creazione di un video su Byte comporta il caricamento di video dal proprio archivio o l’utilizzo della fotocamera integrata in-app. Una serie di funzioni permette di allineare scatti e video inserendoli nel loop e di confezionare video per i social network.

Prima che Vine venisse chiusa da Twitter nel 2016, i suoi brevi video avevano inaugurato una nuova modalità di condivisione che aveva riscosso ampia popolarità fra gli utenti più giovani nonostante la concorrenza di app come Instagram. E già all’indomani della sua chiusura erano nati numerosi concorrenti in grado di guadagnare consenso nel mondo delle piattaforme per la condivisione di video-lampo. Presto sbaragliati dalla cinese TikTok.

Nel 2018, Hofmann aveva annunciato l’intenzione di costruire una nuova versione di Vine soprannominata V2, ma il progetto era stato interrotto  pochi  mesi dopo.  Più tardi, nello stesso anno, ha debuttato in fase beta la nuova app battezzata Byte, secondo TechCrunch.

Il focus di Hofmann si concentrerà sulla possibilità per gli utenti di fare soldi: lo sviluppatore ha dichiarato che la società sta esaminando in questo senso più strategie. Fra le altre, una compartecipazione alle entrate.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5