Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Debutta in Italia Apple tv. Più vicini al Web da salotto

Sta per entrare anche nelle nostre case, dopo quelle Usa, l’elegante “cubo nero” per lo streaming di contenuti. Già da ora però è possibile il noleggio e l’acquisto di film da iTunes

11 Nov 2010

Dopo gli Stati Uniti, arriva anche in Italia la Apple tv e la
possibilita' di noleggiare e acquistare film da iTunes: dopo
indiscrezioni e rumors in rete, l'azienda ha ufficializzato
oggi la novita' per il nostro mercato. Una mossa che potrebbe
colpire il download illegale, ma anche un ulteriore passo nel mondo
del web e dei contenuti audio-video del colosso di Cupertino in
attesa della Google tv.

La nuova Apple tv – l'azienda ci aveva gia' provato nel
2008 – e' stata lanciata a settembre da Steve Jobs durante la
presentazione dei nuovi iPod Touch, Nano, Shuffle e del social
network Ping. E' una specie di decoder con un design minimale
(un quadrato nero di 2,29 cm di altezza e 9,91 cm di lato), non
richiede quasi nessun tipo di set up da parte dell'utente e
manda semplicemente in streaming i contenuti da qualsiasi computer
o da Internet (banda larga permettendo). Inoltre il nuovo
dispositivo e' gia' abilitato ad AirPlay: sara' quindi
possibile, con il rilascio del nuovo sistema operativo della Apple,
usarla per vedere video, foto, musica e altri contenuti su iPhone,
iPod e iPad. E' in vendita negli store italiani, anche online,
al costo di 119 euro. Non ci sono spese di consegna che avviene
entro 24 ore.

Insieme alla Apple tv sbarca anche in Italia – in contemporanea con
Austria, Giappone, Svizzera e Spagna – la possibilita' di
noleggiare o acquistare film da iTunes, il famoso negozio virtuale
della Apple. Un servizio che, oltre agli Stati Uniti, e'
gia' disponibile in Francia, Gran Bretagna e Germania. I prezzi
per il noleggio variano a seconda si tratti di una nuova uscita
(dai 3,99 per l'SD, la definizione standard, a 4,99 per
l'HD, l'alta definizione) o di un film a catalogo (dai 2,99
per l'SD a 3,99 per l'HD). Oltre a grandi classici e nuove
uscite sono disponibili anche il film della settimana, in promo a
0,99 (SD) o 1,99 (HD). Una volta noleggiato un film, l'utente
ha a disposizione 30 giorni per iniziare a vederlo – su iPhone,
iPad, iPod touch, Mac o pc, o attraverso la nuova Apple tv sulla
propria tv HD – e deve terminare la visione entro 48 ore dal
momento in cui ha avviato la riproduzione, prima che il file si
cancelli automaticamente.

Fra i titoli di punta ci sono Avatar (al top della classifica
acquisti), Il codice da Vinci (primo nel noleggio), ma anche This
is it e Iron Man 2. Una bella notizia, dunque, per i possessori di
iPhone e iPad che avranno a disposizione un catalogo sempre
piu' ampio – anche se al momento i prezzi sembrano troppo
simili a quelli di un dvd acquistato in negozio -, una mossa che
potrebbe togliere clienti al mercato del peer to peer, ma anche una
bella trovata per il fatturato della Apple, in attesa che arrivi la
Google tv. Il nuovo progetto multimediale del colosso di Mountain
View, supportato da tv Sony e Logitech, non e' pero' un
dispositivo, bensi' una piattaforma con una mentalita' open
source, piu' aperta, che gia' contraddistingue Android e
tutta la politica di Google.