Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CALCIO

Diritti tv Serie A, Mediapro insiste sul canale della Lega

La società spagnola presenta le garanzie affiancata da Santander, ma non abbandona l’idea di creare una piattaforma in proprio per trasmettere le partite del triennio 2018-20121: “Mossa indispensabile per commercializzare il prodotto in modo proficuo evitando gli attacchi di Sky”

28 Mag 2018

A. S.

Mediapro presenta alla Lega Serie A le garanzie per l’assegnazione dei diritti televisivi del massimo campionato di calcio italiano, ma in una mail indirizzata all’assemblea dei dirigenti dei club insiste su un progetto da tempo all’ordine del giorno: la creazione di un canale tematico della Lega attraverso il quale veicolare i contenuti. Una soluzione che – chiede Mediapro – non deve essere preclusa dalla Lega Serie A: “E’ diventata oggi – spiegano gli spagnoli – un’alternativa necessaria a commercializzare in modo efficace e proficuo i diritti tv, oltre a consentire di evitare ulteriori attacchi di Sky“.

Alla riunione della Lega iniziata poco prima delle 16, dopo i due rinvii che si erano registrati la settimana scorsa quando non si era raggiunto il quorum sulla richiesta di revocare l’assegnazione dei diritti a Mediapro, che non aveva ancora presentato le garanzie previste dalla procedura, gli spagnoli hanno stavolta prodotto la fideiussione della controllante Imagina, che ha un patrimonio netto di circa 400 milioni di euro, e la delibera del versamento di 186 milioni milioni di euro come garanzia, da depositare presso il Banco Santander. Se il closing per l’ingresso nel gruppo spagnolo del fondo cinese Orient Hontai non si concludesse a giugno, Imagina si impegna a fornire alla Lega fideiussione “a garanzia dell’intero importo”, ha specificato nella lettera Mediapro, che ha con la Lega un contratto triennale da 1,05 miliardi di euro a stagione.

Nella lettera firmata da Jaume Roures si ricorda che gli spagnoli hanno già presentato il 18 aprile il loro progetto del canale tematico al presidente designato della Lega Serie A, Gaetano Miccichè. Un dossier in cui il canale della Lega, in onda 24 ore al giorno, tutta la settimana, ha tempi di realizzazione stimati da Mediapro in minimo due mesi.

Nel contempo Mediapro sta lavorando, si legge nella lettera “con un primario istituto bancario resosi già disponibile ad anticipare finanziariamente quanto i club e la Lega Serie A potranno pro quota ricevere dalla commercializzazione dei diritti audiovisivi”.

“Per quanto riguarda le nostre competenze – recita la lettera inviata via Pec – siamo convinti di riuscire a confezionare, anche con il vostro prezioso aiuto, un prodotto di alta qualità, confacente alle vostre legittime aspettative, e che intendiamo migliorare ogni giorno grazie a quello che auspichiamo essere un lavoro di squadra, con la collaborazione di tutti. A questo proposito siamo in grado di portare ad esempio sia il lavoro che abbiamo svolto con LaLiga, sia la presentazione del nostro progetto, confezionato appositamente per la Serie A, che alleghiamo alla presente”. Si tratta del canale creato ah hoc che potrebbe fruttare un incremento di introiti per la lega di Serie A di circa 340 milioni secondo le stime della società spagnola.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
calcio
D
diritti Tv
M
MediaPro
S
Serie A

Articolo 1 di 5