Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CONCORRENZA

F2I-Persidera: l’Antitrust accende un faro sull’acquisizione

L’istruttoria servirà a stabilire se con l’operazione di concentrazione si configuri una posizione dominante della nuova entità, e per verificare che non ci siano “rischi di coordinamento” tra Persidera e Mediaset

06 Set 2019

A. S.

“L’acquisizione di Persidera da parte di F2i, in virtù del controllo di EI Towers da parte della stessa F2i, potrebbe determinare la costituzione o il rafforzamento della posizione dominante della nuova entità con effetti di tipo orizzontale, essendo Persidera e EI Towers concorrenti diretti nell’erogazione di servizi ‘full service’ ad operatori di rete per la gestione delle frequenze/multiplex, e di tipo verticale, con effetti preclusivi degli input per gli operatori di rete non verticalmente integrati e dei clienti per le tower companies concorrenti di EI Towers”. Lo sottolinea in una nota l’autorità Antitrust, annunciando di aver aperto un procedimento istruttorio per valutare l’acquisizione del controllo della società Persidera da parte del Terzo fondo per le Infrastrutture istituito e gestito da F2i. L’istruttoria avrà una durata di quarantacinque giorni, e prevede l’acquisizione dle parere dell’Agcom.

“Inoltre – prosegue la nota dell’authority guidata da Roberto Rustichelli – , in virtù della presenza di una partecipazione rilevante di Mediaset in EI Towers, l’istruttoria dovrà accertare se vi siano rischi di effetti di coordinamento tra Persidera, attiva nel broadcasting digitale, con Mediaset, attiva nel medesimo mercato mediante la controllata Elettronica Industriale.
L’operazione di concentrazione, spiega l’Antitrust, prevede la scissione di Persidera, operatore di rete che opera nel mercato del broadcasting digitale sul digitale terrestre, e della sua controllata Timb2 in due società di nuova costituzione: NetCo, in cui confluiranno le infrastrutture per la trasmissione radiotelevisiva su frequenze terrestri, e MuxCo, che avrà attività immateriali e alcuni asset di rete, gestendo anche i rapporti commerciali con i clienti editori televisivi. NetCo sarà acquisita da EI Towers, mentre MuxCo sarà acquisita da F2i SGR.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4