Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ELEZIONI 2019

Guerra alle fake news, l’Europa mette in campo 5 milioni

Investimenti più che raddoppiati per le task force in seno al Servizio di azione esterna di Federica Mogherini. Facebook, Google, Mozilla e Twitter sorvegliati speciali

05 Dic 2018

L’Ue affila le armi e lancia un nuovo Piano d’azione anti-fake news in vista delle elezioni europee di maggio e a tutela degli altri appuntamenti elettorali nei 28 da qui al 2020.

Con le nuove misure le risorse per le Task force in seno al Servizio di azione esterna di Federica Mogherini per identificare i focolai di disinformazione vengono più che raddoppiati passando dai 1,9 milioni del 2018 a 5 milioni per il 2019.

Viene poi creato un sistema di allerta rapida tra istituzioni Ue e Stati membri per la condivisione di informazioni e allarmi su campagne di disinformazione. I social e le piattaforme online quali Facebook, Google, Mozilla e Twitter saranno monitorati per verificare l’applicazione del codice di buone pratiche che hanno sottoscritto su base volontaria con Bruxelles e che prevede trasparenza nelle pubblicità elettorali, eliminazione di account falsi, identificazione dei bots e collaborazione con fact checkers e ricercatori.

Un primo rapporto è atteso a gennaio. Verranno infine promossi programmi di ‘educazione’ rivolti ai media.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
elezioni europee
F
fake news
M
mogherini

Articolo 1 di 5