Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Frequenze digitali, domani le regole al Consiglio Agcom

Dopo l’approvazione del regolamento per il beauty contest spetterà al ministero dello Sviluppo economico l’assegnazione dei cinque multiplex del dividendo interno

15 Set 2010

Arrivano domani all'esame del consiglio di Agcom le regole per
la gara sui cinque multiplex in digitale terrestre. Una volta
approvato il regolamento spetterà al ministero dello Sviluppo
economico emanare prima il disciplinare e poi il bando per la
competizione.

Anche Sky potrà partecipare alla gara, dopo la decisione della Ue
che ha permesso l'ingresso anticipato dell'emittente di
Rupert Murdoch nel digitale terrestre. Ma non potrà comunque fare
pay tv fino al 2015.

La gara si svolgerà secondo il beauty contest: niente gara
competitiva, le offerte saranno esaminate sulla base qualitativa.
Un multiplex o frequenza consente la diffusione di uno o due canali
in alta definizione e dai quattro agli otto canali in definizione
standard. Non è escluso che la bozza di documento subisca dei
ritocchi tecnici.